In Oman è stato avviato un progetto nazionale basato su blockchain per accelerare gli sforzi di innovazione digitale nel Sultanato.

Read this article in the English version here.

Il progetto nasce da una collaborazione di Omantel, compagnia telefonica locale di proprietà statale, con Blockchain Solutions and Services (BSS) e con l’agenzia governativa dell’Oman per l’e-government, Information Technology Authority (ITA) e consiste nello sviluppo delle National HyperLedger Fabric Platforms.

La piattaforma scelta è l’HyperLedger Fabric, una piattaforma blockchain permissioned, sviluppata da IBM insieme alla Linux Foundation, perchè è già utilizzata da altri governi e società a livello globale.

Oman: il percorso verso una blockchain nazionale

L’Oman ha intrapreso questo percorso con due focus strategici: innovazione e crescita nazionale. Sono state pertanto create due piattaforme, la prima delle quali, la “Blockchain Factory”, è una Blockchain as a Service (BaaS).

Sviluppata da BSS insieme a Swisscom Blockchain AG, ha come obiettivo quello di consentire alle start-up, alle imprese, agli imprenditori, agli operatori del settore, ai ministeri, alle università e persino alle PMI di esplorare casi d’uso di blockchain in un ambiente agile.

La seconda piattaforma invece integra applicazioni e soluzioni di blockchain già mature ed in uso nella piattaforma nazionale “The National Private Permissioned Platform”, ovvero un ambiente sicuro costituito da tre nodi che distribuiscono il consenso tra ITA, BSS e Omantel.

Il governo dell’Oman, sotto l’egida dell’ITA, ha anche sviluppato una piattaforma di incubazione SaaS per l’impiego di casi d’uso innovativi all’interno dei ministeri e nel settore privato, accompagnata dal lancio di un ambiente nazionale sandbox organizzato congiuntamente da BSS e ITA per creare il supporto normativo necessario a queste tecnologie.

La sandbox offrirà ai legislatori informazioni su ciò che può essere applicato e su ciò che deve essere modificato per incorporare concetti innovativi e startup nell’ecosistema dell’Oman in modo sicuro e protetto.

Il Presidente esecutivo del Fondo di riserva generale dello Stato, e presidente di BSS, Abdulsalam Mohammed Al-Murshidi ha dichiarato:

“L’implementazione della piattaforma blockchain in Oman è una delle iniziative più importanti intraprese oggi. Con gli sforzi di digitalizzazione in corso in Oman, e nella regione, la piattaforma blockchain consentirà a sviluppatori, imprenditori e aziende di innovare utilizzando blockchain in un ambiente flessibile e sicuro, per poi migrare soluzioni d’uso reale sulla piattaforma permissioned National Private”.

Il CEO di BSS Khalid MW Tahhan ha aggiunto:

“Siamo desiderosi di sviluppare applicazioni blockchain che servono al Sultanato e l’economia globale in generale. Con questo in mente vogliamo anche assicurarci di fornire un ambiente sicuro e robusto affinché queste applicazioni e soluzioni possano prosperare. Speriamo che sia gli attori del settore privato che gli innovatori lavoreranno insieme al governo per costruire un ecosistema guidato dall’innovazione. Abbiamo già avviato lo sviluppo di casi d’uso per il governo che utilizzano queste piattaforme, che annunceremo a tempo debito, e attendo con impazienza i casi di utilizzo innovativi che devono essere sviluppati dalla società utilizzando la Blockchain Factory”.