Binance Research ha pubblicato un report riguardante un’analisi delle irregolarità scoperte su Augur.

Read this article in the English version here.

Infatti, il team di analisi di mercato di Binance ha effettivamente riscontrato delle irregolarità, compreso un “design flaw attack” in un mercato attivo che scade il 1 aprile.

Si tratta di un attacco verso un mercato di scambi attivo sui prezzi previsionali di ETH, in cui il creatore del mercato può sfruttare intenzionalmente un difetto di progettazione, in modo da poter generare diversi esiti, senza rischi.

Il sistema è complesso e questa vulnerabilità non fa eccezione. I dettagli tecnici sono descritti a pagina 5 del PDF, ma di fatto creando scenari con risultati previsionali multipli si potrebbe simulare l’attività del mercato stesso per alterarne artificialmente i volumi in modo da condizionare la stessa previsione dei prezzi.

Binance Research Augur

Augur infatti è una piattaforma di previsioni di mercato decentralizzata costruita su Ethereum.

Nel rapporto si legge che i mercati delle previsioni sembrerebbero realmente essere uno dei migliori casi d’uso per blockchain, visto che dovrebbero essere trustless e non avere un gestore centralizzato. In questo modo si può garantire trasparenza senza rischio di censura.

Eppure Augur, nonostante sia la più popolare piattaforma predittiva basata su blockchain, deve ancora risolvere diversi problemi, tra cui i bassi tassi di liquidità e partecipazione, e meccanismi di voto complessi.

Nel rapporto si legge anche:

“Sebbene il progetto abbia stimolato alcune domande sulla legalità di alcuni mercati di previsione, e sulle azioni che potrebbero essere incentivate, la piattaforma stessa deve ancora essere studiata a fondo da molti”.

Inoltre i dati sono disponibili su due siti web distinti, la versione ospitata da IPFS, e il sito augur.casino. Su questi siti l’interfaccia utente offre numerosi meccanismi di filtro ed ordinamento che possono portare alcuni mercati a ricevere più visibilità rispetto ad altri a causa della manipolazione dell’orderbook.