Tra le principali discese della giornata, c’è da segnalare nella nostra analisi giornaliera il movimento al ribasso di EOS che scende oltre il 2%, così come la coppia Stellar e Ripple (XRP) i cui prezzi perdono oltre 2 punti percentuali.

Read this article in the English version here.

Tra i movimenti decisi al rialzo si fa notare Monero che sale di oltre 3 punti percentuali seguita da Tron con un +1,5%. Tron cerca di riconquistare i livelli dei giorni scorsi e tornare a prendere l’attenzione per i tentativi di rialzo e di lasciarsi alle spalle il periodo di difficoltà della scorsa settimana e l’ultimo periodo di marzo.

Bitcoin, nonostante rimanga in sofferenza, sta dando delle dimostrazioni di ottime tenute così come anche il settore, mantenendo i livelli di supporto in un’ottica di medio periodo.

Per quanto riguarda la capitalizzazione di mercato delle crypto, dopo i livelli oltre i 180 miliardi visti nei scorsi giorni e assenti da novembre, si torna a ridosso dei 170 miliardi. Nulla di preoccupante, non si tratta di una perdita rilevante.

La dominance di BTC torna a stabilizzarsi intorno al 52% e lo stesso vale per Ethereum che si stabilizza poco sopra il 10%. Continua invece a scendere Ripple con una dominance che torna sotto l’8%, livelli che non si registravano dallo scorso ottobre.

Grafico Ripple by Tradingview

Analisi prezzo Ripple (XRP)

C’è apprensione per il momento di difficoltà di Ripple. XRP, nonostante riesca a mantenersi oltre i 33 centesimi, abbandona i livelli dei 38 centesimi che si era conquistata la scorsa fine settimana.

Fonte: COIN360.com

Tra le maggiori crypto Ripple è quella che perde più terreno. Come si nota dalla tabella settimanale, il prezzo di Ripple perde oltre 10%.

Grafico bitcoin by Tradingview

Analisi prezzo Bitcoin (BTC)

Bitcoin, dopo aver puntato sui 5.500 dollari, torna a testare la soglia psicologica dei 5.000 dollari. Si tratta di una perdita del 10% dai massimi di metà settimana, ma che non preoccupa sotto l’aspetto della tendenza di medio periodo. Infatti, la tenuta dei 5.000 dollari e la soglia psicologica e tecnica a 4.800 sarebbero un segnale di forza.

Il movimento vede un eventuale preoccupazione solo se l’estensione e la rottura dei 4.800 dollari dovesse spingersi verso i 4.500 dollari. Il movimento necessita la formazione di una base di supporto e consolidamento per capire nei prossimi giorni se con il prossimo ciclo mensile il BTC avrà la forza di spingersi sopra i 5.500 dollari.

Grafico Ethereum by Tradingview

Analisi prezzo Ethereum (ETH)

Il movimento al ribasso che sta accusando Ethereum nelle ultime 48 ore dopo essere andato sopra la soglia indicata dei 185 dollari riporta i prezzi a testare quota 165 dollari, un movimento che si estende al ribasso del 15% dai massimi di metà settimana.

È un movimento che riporta i prezzi sotto il triplo massimo che sembrava aver dato un segnale positivo con la rottura avvenuta ad inizio settimana.

Per ETH sarà importante mantenere il supporto dei 155 dollari e non estendere un eventuale movimento fino a 135 dollari. Al rialzo rimane importante la fatidica soglia dei 185 dollari, livelli visti lo scorso 8 e 10 aprile.

Ascolta qui il podcast di Federico Izzi in collaborazione con Fintech24:

Previous articleICC: l’adozione blockchain arriva a McDonald e Amazon
Next articleTronlink annuncia una partnership con TRONAce
Federico Izzi
Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo