IOTA ha annunciato una collaborazione con Evrythng per rendere trasparente la supply chain dei prodotti. L’obiettivo del progetto è quello di soddisfare le sempre maggiori richieste di sostenibilità da parte dei consumatori, e del pianeta.

Read this article in the English version here.

Ad oggi, infatti, le supply chain sono sistemi complessi che mancano di trasparenza, mentre invece molti consumatori vogliono fare scelte informate per quanto riguarda i prodotti che acquistano, in particolare nel settore alimentare e nella moda. Infatti, i dati sulla provenienza dei prodotti possono aiutare i consumatori a valutarne l’autenticità e la sostenibilità prima dell’acquisto.

Il progetto di IOTA e Evrythng vuole garantire la trasparenza dei prodotti utilizzando la tecnologia dei registri distribuiti (DLT).

Questa infatti può aiutare i produttori a mettere a disposizione dei consumatori i dati della supply chain, memorizzandoli su registri distribuiti pubblici a cui qualsiasi cliente può accedere liberamente grazie ad un’app dedicata, o tramite interfaccia web.

La missione di Evrythng è quella di fornire delle identità digitali uniche a una vasta gamma di beni di consumo. Utilizzando questa identità un prodotto può essere seguito lungo tutta la sua catena di produzione e distribuzione.

Inoltre, per gli articoli di lusso tali dati consentono anche di dimostrare la loro autenticità e possono contribuire a combattere l’industria della contraffazione. Invece, nel caso degli alimenti possono essere utili per dimostrare la conformità agli standard di produzione.

Fornire queste informazione con sistemi tradizionali e centralizzati significa fornirle attraverso un intermediario, con rischi di manomissione o di registrazione di informazioni false. Le DLT possono limitare o ridurre entrambi i problemi.

Il ruolo di IOTA sarà quello di garantire l’integrità dei dati consentendo l’archiviazione dei medesimi su un registro distribuito, di facile accesso e accessibile a tutti. Questo registro non è basato su blockchain, ma su Tangle, e consente anche micro-transazioni trustless estremamente economiche. Questo consente di poter registrare sul registro pubblico distribuito anche un gran numero di transazioni a basso costo, e senza dover creare un wallet e acquistare criptovalute.

Il funzionamento prevede che venga creata un’identità digitale univoca per ogni prodotto, e che i dati raccolti vengano memorizzati sulla piattaforma Evrythng e allo stesso tempo registrati con un hash crittografico sul Tangle di IOTA. A questo hash, che risulta di fatto immutabile, viene anche assegnata una marcatura temporale.

Quindi, i consumatori potranno scansionare il QR del prodotto, vedere tutti i dati raccolti, e verificarne l’autenticità. Questo controllo potrà essere effettuato con un’apposita app, o andando a verificare i dati delle transazioni con uno degli explorer del Tangle di IOTA.