Ieri, durante una delle ultime interviste rilasciate durante Consensus 2019, il CEO di Coinbase Brian Armstrong ha dichiarato che il servizio di custodia dell’omonimo exchange (Coinbase Custody) ha raccolto un miliardo di dollari in asset a dodici mesi dal lancio.

Read this article in the English version here.

Tali asset sono al momento custoditi e gestiti da Coinbase Custody, servizio di cold storage per gli investitori istituzionali lanciato in occasione del Consensus 2018.

Coinbase Custody sta gestendo un miliardo di dollari in criptovalute

Durante l’intervista, Armstrong ha affermato:

Abbiamo lanciato Coinbase Custody 12 mesi fa. Abbiamo appena superato la soglia di un miliardo di dollari in AUM. Circa 70 istituzioni hanno aderito, depositando quasi 150 milioni di dollari in Asset al mese. Possiamo dunque dire che si è trattato di un grande successo.

Il CEO di Coinbase ha poi aggiunto che attualmente bitcoin è l’asset con maggiore interesse da parte delle istituzioni, ma anche le altre criptovalute stanno registrando un crescente apprezzamento.

Ad oggi Coinbase Custody offre un servizio di custodia e gestione per 30 criptovalute, con tanto di servizio di staking per alcune di esse.

Armstrong ha inoltre sottolineato che le istituzione coinvolte non sono i classici big player noti nel settore. Durante l’intervista, Fred Wilson di Union Square, ha affermato che:

“Quando le persone leggono sul Wall Street Journal che gli investitori istituzionali stanno per arrivare nel mondo delle criptovalute, pensano che stiano per entrare nel mercato enti come Goldman, ma in realtà potrebbe trattarsi di gruppi di fondi americani o asiatici, ad esempio.”

Secondo Armstrong, al momento più del 60% dei volumi di trading generati da Coinbase Pro deriva dalle azioni intraprese dalle istituzioni.

Una cifra importante che lascia intuire l’origine dei recenti rialzi dei mercati, in particolare di bitcoin. Infine, Armstrong ha affermato di essere interessata alla soluzione di self-custody proposta dalla startup israeliana StarkWare, in grado di garantire agli utenti sia la custodia dei fondi che la possibilità di fare trading.