Ad oggi bitcoin (BTC) è una riserva di valore migliore del peso argentino.

“Se un argentino avesse comprato Bitcoin al prezzo massimo, a dicembre 2017, sarebbe comunque stato meglio che lasciare i propri soldi sul conto in banca”.

Read this article in the English version here.

Questo è quello che ha scritto su Twitter Josu San Martin, partner presso Sixtant e Bitcoin quasi massimalista, allegando un grafico relativo all’inflazione del peso argentino.

Il confronto è stato effettuato tra il calo del valore in dollari americani di bitcoin e del peso argentino da dicembre 2017 ad oggi.

In sintesi, la moneta argentina in questi 18 mesi ha perso più valore di bitcoin, quindi in Argentina chi avesse lasciato il proprio denaro da allora sul conto corrente bancario ha perso di più rispetto a quelli che avessero acquistato bitcoin al prezzo massimo di sempre e li avessero tenuti fino ad oggi.

In altre parole in questo momento in Argentina, a causa dell’elevata inflazione del peso, bitcoin è una riserva di valore migliore rispetto alla valuta fiat nazionale.

Inoltre, il valore di bitcoin rispetto al peso argentino ha oramai raggiunto i massimi storici di sempre, così come sta avvenendo anche, per esempio, per il dollaro americano.

bitcoin valore argentina

Tutti ciò si deve alla spirale inflattiva del peso, che non accenna ad arrestarsi. Ad esempio, da marzo 2019 il tasso annuale di inflazione in Argentina ha superato il 55%, sebbene qualcuno ipotizzi che quello reale possa superare anche l’80%.

A causa di ciò il potere di acquisto del peso si sta riducendo molto, mentre ad esempio negli ultimi 6 mesi quello di bitcoin è addirittura aumentato.

Non è pertanto un caso se, ad esempio, negli ultimi mesi i volumi di scambio di bitcoin per peso argentini (ARS) su LocalBitcoins si sono letteralmente impennati, passando in un anno da circa 3 milioni di ARS a settimana a circa 10.

Insomma, come suggerisce Josu San Martin su Twitter, bitcoin non sembra essere una pessima riserva di valore, tanto che in alcune parti del mondo da questo punto di vista è migliore persino rispetto alle valute a corso legale.

Bitcoin sul breve periodo rimane molto volatile anche in Argentina, ma sul lungo periodo in questo momento è in grado di conservare il proprio potere di acquisto meglio del peso, tanto che a marzo Tim Draper ha addirittura suggerito al presidente argentino Macri di trasformare radicalmente l’economia argentina sostituendo il peso con il bitcoin per attrarre investitori stranieri. Questo suggerimento tuttavia al momento non pare essere stato colto.