TravelbyBit aggiunge Binance Coin tra le crypto accettate per i pagamenti. Travelbybit è un competitor di Travala nel settore delle prenotazioni di hotel e voli. E ora ha deciso di aggiungere nel servizio di pagamenti in crypto anche il token BNB.

Read this article in the English version here.

Come possiamo leggere nel tweet, tra le crypto accettate come metodo di pagamento da TravelbyBit c’è bitcoin (BTC), litecoin (LTC) e anche BNB, il token di Binance.

Con poco meno di 4.000 transazioni già processate TravelbyBit sta dimostrando come le crypto siano piuttosto usate come metodo di pagamento, anche sul territorio australiano.

Da ricordare anche la collaborazione che TravelbyBit ha stretto con l’aeroporto di Brisbane, permettendo di effettuare pagamenti con crypto, diventando tra i primi posti al mondo dove è possibile utilizzare Lightning Network.

Secondo i dati di maggio di Travala, le prenotazioni – probabilmente anche grazie ad un mercato più bullish di qualche mese fa – sono aumentate:  da marzo a maggio, infatti, sarebbero quasi raddoppiate ed il costo medio della prenotazione si sarebbe alzato dai $ 126 ai $ 160.

Su Travala è possibile attualmente pagare con diverse crypto, tra cui: Travala (AVA), Bitcoin (BTC), Bitcoin Cash (BCH), Litecoin (LTC), Ethereum (ETH), XRP, NANO, TRX e DAI.

A Malta, durante un’intervista realizzata da Cryptonomist, Roger Ver ha spiegato:

“C’è ancora dell’infrastruttura che deve essere costruita, ma la mass adoption è sempre più vicina di anno in anno. Quando la gente parla di adozione di massa per me significa adozione di massa nei pagamenti, le persone che utilizzano le criptovalute come denaro per comprare e vendere cose in tutto il mondo e Bitcoin.com sta cercando di costruire l’infrastruttura per farlo. Siamo appena tornati dalla Slovenia, dove tutti i tipi di posti accettano Bitcoin Cash. Ho fatto il check-out in un hotel e […] ho pagato con il mio portafoglio Bitcoin.com. Questo è molto vicino all’adozione di massa “.

Previous articleERC777 vs ERC20: lo standard verrà sostituito?
Next articleNEO: in arrivo un nuovo ecosistema per i security token
Alfredo de Candia
Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.