L’Orso torna a graffiare
Trading

L’Orso torna a graffiare

By Federico Izzi - 5 Apr 2018

Chevron down

Torna la pressione sulle crypto con cali a due cifre. Pur accusando decisi ribassi, le tre principali coin (Bitcoin, Ethereum e Ripple) ieri sera erano, insieme a Eos (EOS) e Cardano (ADA), le uniche a limitare i ribassi tra il 6 e 8 per cento.

In generale, i prezzi rivedono pericolosamente i minimi pasquali sino a ieri mattina camuffati da trampolino di lancio per un movimento che, invece, si è dimostrato il classico rimbalzo. Una reazione innescata dalle ricoperture dei ribassisti.

Capitombolo per Verge (XVG) con un rosso da -15% nelle ultime 24h. Si ferma così la corsa che aveva visto questa crypto salire vertiginosamente. Un passo indietro che per ora non compromette la struttura tecnica rialzista costruita nei giorni scorsi. Preoccupa, semmai, l’attacco delle scorse ore al codice sorgente. Notizia che andrà seguita da vicino nelle prossime ore.

Bitcoin (BTC)

Il test dei 7500 dollari (martedì mattina) non ha trovato conferme. Così i timori si sono trasformate in debolezza. Il ribasso, nel pieno della notte appena trascorsa, vede i prezzi sfiorare la soglia dei 6800 punti. Si smonta l’euforia degli acquisti iniziata nel giorno di Pasqua (+15%).

Osservando i livelli di domenica scorsa, la struttura settimanale non trova le dovute conferme. E’ necessario il recupero e il consolidamento sopra i 6900 punti per tornare a vedere spiragli positivi. In caso contrario continuerà a prevalere l’incertezza, favorendo il ritorno dei prezzi verso i minimi dell’anno.

Livelli operativi:

AL RIALZO: Necessario il recupero di area 6900 e successive spinte oltre i 7200 punti.

AL RIBASSO: La rottura dei minimi della notte in area 6600 aumenta le probabilità a favore di nuovi minimi inferiori e l’attacco ai minimi annuali di inizio febbraio.

Ethereum (ETH)

Si dimostra robusta la resistenza a $400. Respinto l’attacco di martedì sera si è creato un pericoloso doppio massimo di breve. Il ritorno dei prezzi in area 360 nel corso della notte, è avvenuto con bassi volumi. Una condizione che sottolinea la mancanza di scambi e la debolezza presente. Non tanto per la forza aggressiva delle vendite, ma per mancanza degli acquisti che continuano a latitare. Tecnicamente è necessario un recupero dei 400 dollari per puntare prima ai 420 e poi a 450 dollari.

Livelli operativi:

AL RIALZO: Meglio attendere evoluzione dei prezzi nelle prossime ore. Necessario un recupero dei 400 punti prima di valutare operatività al rialzo.

AL RIBASSO: La mancata tenuta del supporto settimanale a 360 punti, apre spazio per aggiornare i minimi annuali.

Ripple (XRP)

Dura poche ore la rottura della trendline dinamica in area $0,52. Si conferma la generale debolezza che non risparmia neanche la terza criptovaluta per capitalizzazione. Dai massimi raggiunti mercoledì notte ($0,5540) lo scivolone in corso riporta i prezzi sotto la soglia psicologica di $0,50, segnando un minimo $0,4735 pari a -14% in poco più di 24h. Diventa importante una reazione dai valori di queste prime ore della giornata, altrimenti aumentano i pericoli di ulteriori scivoloni sotto i minimi pasquali.

Livelli operativi:

AL RIALZO: Positività solamente con il ritorno sopra area $0,50

AL RIBASSO: La mancata tenuta di area $0,47 favorirebbe nuove zampate al ribasso ad attaccare i minimi.

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.