I Tori passano alla cassa. Senza panico
I Tori passano alla cassa. Senza panico
Trading

I Tori passano alla cassa. Senza panico

By Federico Izzi - 25 Apr 2018

Chevron down

Rallenta la volata al rialzo iniziata il 12 aprile.

Alcuni Tori scendono alla prima fermata e incassano parte del bottino accumulato in pochi giorni.

La miccia sul bitcoin è scattata nel pomeriggio di giovedì 12 aprile, con un movimento di 1000 punti in meno di un’ora. Non accadeva dallo scorso dicembre e così è arrivata benzina su tutto il settore.

In queste ultime tre settimane, inoltre, stiamo assistendo a una staffetta che sta trascinando i prezzi di tutte le maggiori altcoin ai livelli di febbraio-marzo, fornendo chiare indicazioni di un ritorno della forza sostenuta dai volumi in acquisto.

Molte tra le principali Top20 segnano rialzi a tripla cifra dai minimi toccati nell’ultimo mese.

Tra le maggiori continua a spiccare Tron (TRX) con un rialzo giornaliero che si aggira attorno alla soglia del +20%, pari al +240% dai minimi del 18 marzo.

Eos (EOS) realizza un rialzo giornaliero sopra il +10% che sommato alle performance stellari dei giorni scorsi quadruplica il valore dai minimi del 18 marzo (+315% raggiunto nella notte con il picco oltre i 16 dollari).

La salita degli ultimi giorni permette ad alcune Altcoin di tornare a segnare un saldo positivo nel 2018. Tre le prime 20 della lista risaltano: Tron (TRX) con un +90% da inizio anno, Eos (EOS) +95%, Binance Coin (BNB) +72% e VeChain (VEN) +89%. Quest’ultima si distingue per essere l’unica a non aver mai chiuso la giornata sotto il minimo del 1° gennaio ($2,08).

I Tori passano alla cassa. Senza panico
Fonte: https://it.tradingview.com/chart/BTCUSD/KBQxrg4x/

Bitcoin (BTC)

Con i massimi raggiunti nella notte i prezzi arrivano a lambire i 9800 dollari, segnando un rialzo superiore al 50% dal minimo toccato il giorno di Pasqua ($6425).

Nonostante la prevalenza delle prese di profitto, causa dello scivolone del 5% dal picco notturno, il bitcoin riesce a muoversi in territorio positivo con un rialzo poco superiore al +2% nelle ultime 24 ore.

Come già evidenziato in questi ultimi giorni su queste pagine, la spinta rialzista che sinora non è stata caratterizzata da nessun segnale di debolezza, inizia a chiamare un rallentamento in linea con un consolidamento formando un’area di supporto utile per attirare nuove posizioni rialziste.

Livelli operativi:

AL RIALZO: Necessario un consolidamento dei prezzi per non rischiare di arrivare con il fiatone alla rottura dei 10mila dollari, livello di resistenza psicologico. Ideale la tenuta di area $9000. Scivoloni in area $8500 non comprometterebbero il trend rialzista costruito in questi ultimi dieci giorni.

AL RIBASSO: Primi livelli di supporto settimanali in area $8700-8900. Solamente la rottura del supporto di medio periodo stimato poco sopra gli $8400, inizierà a far suonare i primi segnali di allarme.

I Tori passano alla cassa. Senza panico
Fonte: https://it.tradingview.com/chart/ETHUSD/ILLQXBPP/

Ethereum (ETH)

Dal minimo del 6 aprile ($363) al massimo raggiunto nella serata di ieri ($712) la seconda criptovaluta riesce a raddoppiare di valore in meno di venti giorni, facendo segnare una delle migliori performance tra le prime dieci della lista.

Bisogna tornare allo scorso dicembre per trovare un paragone che replica la stessa intensità rialzista.

Motivo che da ieri sera molti rialzisti hanno trovato occasione per prendere profitto provocando un movimento al ribasso che in meno di 12h sta facendo segnare un ribasso superiore al 10%.

Nulla di preoccupante, al momento, ed in linea con una sana correzione tecnica utile a formare una base di supporto prima di riprendere a salire.

Livelli operativi:

AL RIALZO: La fermata poco sotto la resistenza dei 720-725 dollari respinge i prezzi a trovare un supporto utile per sferrare il prossimo rialzo. Salutare qualche giorno di consolidamento per ambire ad un ritorno in area 790-800 dollari, prossime resistenze che indicheranno l’inizio di un possibile trend rialzista di medio-lungo periodo.

AL RIBASSO: Il rintracciamento in corso fornirà un ottimo segnale rialzista con prezzi che riusciranno a mantenere la soglia dei 620 dollari. Solamente un allungo sotto area 540 dollari inizierà a dare i primi segnali compromettenti dell’attuale trend rialzista iniziato i primi giorni del mese.

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.