Indexed Finance, pool svuotate: hack o “incidente”
Indexed Finance, pool svuotate: hack o “incidente”
Sicurezza

Indexed Finance, pool svuotate: hack o “incidente”

By Eleonora Spagnolo - 14 Ott 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

La piattaforma DeFi Indexed Finance ha avuto un incidente che le avrebbe causato una perdita di fondi da almeno 16 milioni di dollari. 

È ancora presto per parlare di attacco hacker ma parrebbe che almeno due pool siano state svuotate. 

Attacco a Indexed Finance

La piattaforma ha annunciato via Twitter di essere a conoscenza di un incidente che avrebbe colpito le pool DEFI5 e CC10. 

La piattaforma al momento ha bloccato altre pool che sono al sicuro. 

Il fondatore della piattaforma, Dillon Kellar ha comunicato di aver capito che cosa è accaduto, seguirà un’analisi. 

Per entrambe le pool svuotate ha postato delle transazioni su Etherscan che lasciano intendere come il furto di token sia stato massiccio.

Stando al bot su Discord, le due pool ora inaccessibili sono rimaste rispettivamente con 288 mila dollari e 2 milioni di dollari di TVL. Le altre pool hanno importi di gran lunga più alti, il che fa supporre che l’hack sia circoscritto

Indexed Finance
Indexed è stata lanciata a dicembre 2020

La community certa: è stato un attacco hacker

Su Discord gli utenti di Indexed Finance ammettono che la piattaforma è stata vittima di un attacco hacker e si ipotizza che siano spariti almeno 16 milioni di dollari. 

La speranza di chi ha preso atto di aver perso tutto, è che questo hack sia la replica di quanto accaduto a Poly Network. In quel caso l’hacker prima svuotò la piattaforma e poi restituì i fondi: voleva solo dimostrare che c’era una vulnerabilità. Ma qualcuno è piuttosto pessimista.

Il prezzo del token NDX crolla

Non appena la news si è diffusa, il prezzo del token di governance di Indexed Finance,  (NDX) ha subito un crollo verticale. Attualmente risulta in calo del 22%. Il token è alla posizione 3.411 di Coinmarketcap, valeva 3,5 dollari ma al momento è a 2,5 dollari. 

Ancora non è chiaro se l’incidente sia una pietra tombale nel progetto DeFi o se ci sarà modo di recuperare i fondi o risarcire eventualmente gli utenti, e ripartire. 

La piattaforma ha potuto solo avvertire gli utenti di non comprare DEFI5, CC10 e FFF, perché sono completamente fuori sincronizzazione. Ma la causa dell’incidente è stata individuata e presto sarà resa nota. Il messaggio si conclude: 

Le nostre scuse a tutti gli interessati

https://twitter.com/ndxfi/status/1448748644589518849?s=20

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.