HomeCriptovaluteBitcoin e non solo: l'influenza della FOMO sul comportamento di trading delle...

Bitcoin e non solo: l’influenza della FOMO sul comportamento di trading delle criptovalute, un esame psicoanalitico

Il mondo del trading di criptovalute ci ha fatto conoscere una serie di nuove esperienze e fenomeni, uno dei quali è la FOMO (Fear of Missing Out).

Nel contesto del trading di criptovalute, la FOMO descrive la sensazione ansiosa di perdere un’opportunità di investimento redditizia, portando gli individui a prendere decisioni di trading impulsive. 

Questo fenomeno è stato amplificato dall’avvento delle piattaforme di trading in tempo reale e dai cicli di notizie che si susseguono 24 ore su 24.

Fondamenti teorici: una prospettiva psicoanalitica

La teoria psicoanalitica, introdotta da Sigmund Freud, fornisce una lente utile per osservare il fenomeno FOMO. Secondo Freud, la psiche umana è divisa in tre parti: l’Es, l’Io e il Super-Io. 

L’id opera in base al principio del piacere, alla ricerca di una gratificazione immediata, mentre l’ego opera in base al principio di realtà, cercando di bilanciare i desideri dell’id con i vincoli del mondo reale.

Nel mondo del trading di criptovalute, l’id potrebbe essere visto come la forza trainante del desiderio di investire in ogni criptovaluta promettente, spinto dalla paura di perdere i potenziali profitti. 

L’ego, al contrario, cerca di mediare questi desideri, tenendo conto di considerazioni pratiche come i vincoli finanziari e la tolleranza al rischio. La tensione che ne deriva può manifestarsi come FOMO.

Trading di criptovalute: un terreno fertile per la FOMO

I mercati delle criptovalute, con la loro volatilità e il potenziale di alti rendimenti, sono un terreno fertile per la FOMO. 

La natura 24 ore su 24, 7 giorni su 7 di questi mercati, unita alla costante raffica di notizie e aggiornamenti sulle varie piattaforme, può creare un senso di urgenza e la paura di perdere i potenziali guadagni.

In uno studio pubblicato nel 2019 sul Journal of Behavioral and Experimental Finance, i ricercatori hanno scoperto che gli individui che controllavano frequentemente i prezzi delle criptovalute e seguivano le notizie relative avevano maggiori probabilità di manifestare segni di FOMO. 

Ciò suggerisce che l’esposizione costante alle fluttuazioni del mercato e alle notizie può sia causare che esacerbare la FOMO.

Il ruolo del Super-Io e del confronto sociale nella Crypto FOMO

Il super-io di Freud rappresenta gli standard di comportamento interiorizzati dalla società e dai genitori. Nel contesto della FOMO, il super-io potrebbe essere percepito come la voce interna che confronta i propri investimenti con quelli degli altri.

Questo processo di confronto sociale, proposto dallo psicologo sociale Leon Festinger nel 1954, è parte integrante della comprensione della FOMO nella sfera delle criptovalute.

I trader spesso confrontano i loro risultati con quelli degli altri, soprattutto nelle comunità online dove gli individui condividono spesso i loro successi.

Questo può portare a sentimenti di inferiorità e FOMO, soprattutto quando i propri investimenti non hanno lo stesso rendimento.

La FOMO e il suo impatto psicologico sui trader di criptovalute

La FOMO può avere serie implicazioni psicologiche per i trader di criptovalute. Può portare a decisioni di trading impulsive, stress finanziario e persino a comportamenti simili alla dipendenza. 

Uno studio pubblicato nel 2020 sulla rivista “Addictive Behaviors” ha trovato una correlazione tra alti livelli di FOMO e trading problematico di criptovalute.

Inoltre, la FOMO può creare un circolo vizioso. Quando i trader sperimentano la FOMO, possono aumentare il loro impegno sul mercato nel tentativo di mitigare i loro sentimenti di ansia, esponendosi così a ulteriori scenari che inducono la FOMO.

In conclusione, il fenomeno della FOMO nel trading di criptovalute rappresenta un’affascinante interazione tra desideri inconsci, confronto sociale e influenza della tecnologia digitale. 

La psicoanalisi fornisce un quadro utile per comprendere come il desiderio di guadagno immediato dell’Es, il radicamento nella realtà dell’Io e l’inclinazione al confronto sociale del Super-Io si esprimano in questa arena digitale ad alta posta in gioco.

Le implicazioni della FOMO sono significative e contribuiscono a decisioni di trading impulsive e a potenziali problemi finanziari. Ciò evidenzia l’importanza della consapevolezza e dell’educazione nel campo del trading di criptovalute. Comprendere le basi psicologiche di comportamenti come la FOMO può fornire ai trader gli strumenti per gestire le proprie emozioni e prendere decisioni più consapevoli.

Inoltre, la FOMO ci sfida a rivalutare il nostro rapporto con le piattaforme di trading digitale e con il ciclo di informazioni 24 ore su 24, 7 giorni su 7. 

Mentre continuiamo a navigare nei mercati volatili delle criptovalute, diventa imperativo trovare un equilibrio tra l’essere informati e il mantenere il benessere psicologico.

Infine, il fenomeno della FOMO offre un’ampia possibilità di ricerca nel campo del trading di criptovalute. Con la continua evoluzione di questo settore, anche la nostra comprensione dei fattori psicologici che guidano il comportamento di trading si evolverà. 

L’esplorazione di questi fenomeni sottolinea la continua rilevanza della teoria psicoanalitica e illumina il profondo impatto della tecnologia digitale sui nostri comportamenti finanziari e sui processi decisionali.

Valeriya Georgieva
Valeriya Georgieva
Oltre 10 anni di esperienza lavorativa nella gestione e nel supporto di una varietà di prodotti e servizi tecnologici delle aziende Fortune 500. Specializzata in IT Business Process Outsourcing. Nel 2018 Valeriya è entrata a far parte dell'industria Crypto e attualmente contribuisce a start-up e piccoli team con progetti open source. Nel 2020 Valeriya ha iniziato il suo webinar chiamato Shoes in Bitcoin, che si concentra sull'apprendimento della tecnologia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS