Come funziona Basic Attention Token (BAT)? Si tratta del token collegato al browser che paga chi segue la pubblicità, ed è stato al centro dell’attenzione sia di Coinbase sia di Nasdaq, diventando quindi un progetto non trascurabile dal punto di vista economico.

Read this article in the English version here.

Coinbase, dove è possibile comprare e vendere il token BAT, ha addirittura dedicato una pagina nel proprio sito istituzionale al token, con un corso introduttivo su come guadagnare attraverso il browser, con tanto di guida all’installazione del software e con un tutorial completo sulle caratteristiche del progetto.

La pagina è stata quindi ampliamento promosso da Coinbase sia sul proprio blog sia tramite la newsletter.

Sembra, infatti, che l’exchange di San Francisco abbia puntato molto sullo sviluppo di un progetto che viene scambiato anche sulla sua piattaforma.

Anche Nasdaq, l’organo informativo legato alla società che gestisce il famoso sito borsistico, si è occupato del progetto con un articolo accompagnato ad un servizio multimediale. In questo caso la presentazione si è concentrata sia sulle qualità intrinseche del progetto, sia sulle caratteristiche di mercato.

Brave ha ormai milioni di utenti e decine di migliaia di produttori di contenuti, per cui si sta, secondo Nasdaq, rivelando come uno dei progetti più economicamente interessanti sviluppati sulla tecnologia blockchain.

Il sito si spinge anche oltre in un’analisi del cicli del prezzo comparati con quelli di bitcoin, mettendo in luce come sia presente un’elevata componente ciclica nei confronti della principale criptovaluta.

Basic Attention Token come funziona

Il valore della criptovaluta BAT

In linea generale BAT ha mostrato una notevole volatilità essendo passato dal valore oltre 0,7 dollari durante il picco di gennaio a poco più di 10 centesimi ora.

Si tratta di una variazione notevole in senso assoluto, ma se comparata con quella dei token collegati ad altri progetti è assolutamente accettabile.

 

Come funziona Basic Attention Token?

Tutto si basa sul browser Brave, nato inizialmente come strumento per la navigazione riservata perchè evita il tracciamento dei siti e dei dati comune in tanti altri tipi di browser.

Questo strumento quindi è stato implementato con un token, Basic Attention Token, che viene a premiare chi segue la pubblicità sul browser specifico, naturalmente mirata secondo le preferenze di chi lo installa, ma sempre su base volontaria.

Attualmente quest’ultima caratteristica non è ancora disponibile, mentre è già possibile inviare delle mance attraverso il token ai creatori dei contenuti.

Si tratta di uno strumento che viene a disintermediare completamente il mercato pubblicitario, che attualmente vede invece diversi passaggi fra committente e recettore dei messaggi, e che quindi ha una grandissima potenzialità di sviluppo dato che il mercato mondiale della pubblicità online superava i 17 miliardi di dollari  nel 2017.