HM Revenue and Customs (HMRC), l’ufficio della dogana del Regno Unito, ha comunicato la decisione di sospendere il test in corso nell’uso della blockchain Proof of Concept nel disbrigo della pratiche doganali, a seguito delle incertezze legate alla Brexit.

Read this article in the English version here.

La Brexit, infatti, pone una forte incertezza nelle future relazioni commerciali con l’Unione Europea.

La sospensione del progetto blockchain andrà avanti sino a quando il quadro normativo doganale e relativo agli scambi non sarà chiarito e quindi non vi sarà conoscenza di quali forme dovranno essere applicati a questi scambi bilaterali.

Nel giugno 2018, la HMRC aveva lanciato un bando di gara per la preparazione di un test relativo all’utilizzo della Proof of Concept all’interno della sistema di gestione dei dati doganali del Regno Unito.

A settembre il Chief of Digital and Information Office, Mike Potter, aveva annunciato l’inizio del periodo di test parlando a TechUK, presentando il tutto come un grande passo avanti nella modernizzazione della gestione delle informazioni al’interno della pubblica amministrazione.

Ora, all’interruzione del test blockchain, il segretario finanziario al Tesoro, Mel Stride, ha affermato:

“Il pilota è focalizzato sulla costruzione di una Blockchain privata che possa essere utilizzata per informare  il commerciante sullo stato del proprio processo di autorizzazione. Il sistema “Proof of Concept” ha funzionato per sei settimane ed ha permesso di verificare che il Governo può utilizzare la Blockchain per condividere i risultati di test di sicurezza sensibili e per migliorare alcune procedure doganali”

L’implementazione definitiva della tecnologia, a detta della HMRC, richiederebbe però alcuni passi ulteriori che non sono possibili in questa fase di incertezza legata allo status che potranno avere le nazioni europee dopo il 29 marzo, elemento che influenzerà anche il tipo di informazioni da condividere con gli operatori.