banner
Russia, arriva alla Duma la bozza di legge sulle crypto
Russia, arriva alla Duma la bozza di legge sulle crypto
Regolamentazione

Russia, arriva alla Duma la bozza di legge sulle crypto

By Marco Cavicchioli - 22 Mar 2018

Chevron down

Sul sito ufficiale della Duma, ovvero il Parlamento russo, è stata pubblicata una nuova bozza di legge, la numero 419059-7.

Si tratta di un bozza di legge “Sulle risorse finanziarie digitali” che ha come obiettivo specifico quello di regolamentare l’utilizzo delle criptovalute in Russia, compresi mining e ICO.

Dopo mesi di trattative, infatti, la Banca Centrale e il Ministero delle Finanze hanno raggiunto un accordo che ha reso possibile la stesura di questa bozza. Sarà comunque la Banca Centrale il riferimento nel Paese per la gestione e l’applicazione di questo nuovo regolamento.

Il progetto di legge “Sulle attività finanziarie digitali” definisce la legalità delle “attività finanziarie più diffuse, attualmente create o emesse utilizzando tecnologie finanziarie digitali”.

Pertanto, da questo punto di vista, si tratta di un’approvazione di principio dell’utilizzo delle criptovalute.

Presentazione bozza di legge Russa
Presentazione bozza di legge Russa

Inoltre, il disegno di legge riguarda espressamente l’implementazione del “libro mastro distribuito delle transazioni digitali”, ovvero la blockchain. La nuova legislazione vorrebbe anche creare “condizioni per attrarre investimenti da entità giuridiche russe e singoli imprenditori attraverso l’emissione di token”, definiti come “un tipo di attività finanziaria digitale”.

Il disegno di legge stabilisce anche la base legale per condurre le ICO, ovvero la sequenza di azioni da seguire per una procedura rigorosa di emissione di token da effettuare rigorosamente tramite un’offerta pubblica, come per le IPO delle società per azioni.

C’è anche una clausola che dovrebbe servire per proteggere quelli che vengono definiti investitori non qualificati.

La Banca Centrale di Russia avrà l’autorità per limitare la quantità di token che questa categorie di persone possono acquistare (forse 50.000 rubli, ovvero circa 850 dollari) ma un gruppo di lavoro del Ministero dello Sviluppo Economico ha già proposto un aumento di 10 volte del limite, passando quindi a 500.000 rubli.

Infine, la bozza fornisce anche una definizione legale per il mining di criptovaluta.

È stata indicata come “attività commerciale volta a creare criptovaluta e/o convalida [di transazioni crittografiche] al fine di ricevere una commissione sotto forma di criptovaluta”.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.