Coinbase strizza l’occhio alle Altcoin
Coinbase strizza l’occhio alle Altcoin
Trading

Coinbase strizza l’occhio alle Altcoin

By Federico Izzi - 16 Lug 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

La settimana inizia con segnali di recupero per tutto il settore.

Semaforo verde per le prime 20 in classifica, ad eccezione di VeChain (VEN) con un ribasso di poco inferiore al 5%.

La crypto sembra soffrire la mancata citazione da parte di Coinbase. Venerdì scorso, infatti, il più grande exchange statunitense, con un cinguettio sul proprio account twitter, ha scritto che sta valutando la quotazione di una manciata di nuove coin.

Tra queste, le più note sono Stellar Lumens (XLM) e Cardano (ADA), ma non ha citato VeChian.

Le altre citate hanno beneficiato di un recupero a doppia cifra, confermando quanto gli operatori rimangono sensibili alla possibilità di un facile utilizzo e scambio tra le varie criptovalute, almeno tra le principali e con capitalizzazione superiore al miliardo di dollari.

Un recente studio ha indicato, infatti, come oltre il 70% degli scambi giornalieri delle oltre 1640 criptovalute, a oggi quotate su Coinmarketcap, sia dominato da sei: Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), Ripple (XRP), Bitcoin Cash (BCH), Litecoin (LTC) e Tether (USDT). Di queste, escluso Tether, le prime due incidono per oltre il 45%, quasi la metà, degli scambi complessivi.

La capitalizzazione totale rimane sopra i 250 miliardi di dollari, con il Bitcoin che continua a dimostrare il suo dominio nonostante il lieve arretramento sotto la soglia del 43%, confermando il ritorno dell’attenzione su altre altcoin da parte degli operatori.

Fonte: https://it.tradingview.com/chart/BTCUSD/Vl8Bw7sa/

Bitcoin (BTC)

Il ritorno a testare il supporto a 6100 dollari, livello della spalla sinistra dell’ipotesi di Testa &Spalle rialzista, avvenuto a metà della scorsa settimana, ed il successivo recupero dei 6500 dollari in corso delle ultime ore, aumenta le probabilità di sviluppo a favore di un ritorno in area 6800, dove passa la neckline di rottura.

L’importanza di quest’ultimo livello aumenta se consideriamo le volte che da metà giugno ha respinto ogni tentativo rialzista. Oltre 6 volte!

Un mancato ritorno sopra la soglia dei 6800 dollari continuerà ad indicare il pallino ancora in mano degli orsi.

Fonte: https://it.tradingview.com/chart/ETHUSD/NjvtDDS4/

Ethereum (ETH)

A differenza del Bitcoin, la scorsa settimana i prezzi di Ether si sono spinti sotto i livelli di metà giugno formando una figura tecnica diversa.

Continua a prevalere il trend ribassista presente da inizio di maggio, anche se spunta un primo segnale di rallentamento.

Per una migliore conferma occorre, però, un ritorno oltre la resistenza dei 500 dollari, baricentro che nell’ultimo mese ha catalizzato più volte le oscillazioni dei prezzi.

Tecnicamente è necessario un consolidamento oltre area 400-450 da confermarsi entro i prossimi giorni della settimana appena iniziata. In caso contrario saranno nuovamente rimandati i sogni a favorire il ritorno di gloria di un toro ormai assente da oltre due mesi.  

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.