Il volo di VeChain non trascina Ethereum
Il volo di VeChain non trascina Ethereum
Trading

Il volo di VeChain non trascina Ethereum

By Federico Izzi - 17 Ago 2018

Chevron down

Dopo la sbornia di volumi a cavallo di Ferragosto, gli scambi tornano più consoni al clima estivo.

Nonostante ciò si assiste a un rimbalzo di tutto il settore che nell’ultima giornata feriale della settimana rimane colorata di verde.

Nella classifica delle prime 100 criptovalute, solamente sei evidenziano il segno rosso.

In effetti, per trovare il primo segnale negativo bisogna scendere sino alla 57a posizione occupata da Dentacoin (DCN), la peggiore del gruppo con un ribasso di circa il 4%.

Restringendo il focus alle prime 30 della lista, su tutte svetta VeChain (VET) con un volo che sfiora il 50% facendola balzare al 18° posto: un rialzo che in meno di tre giorni permette alla crypto di recuperare il ribasso accusato da inizio agosto che in neanche 15 giorni ha affossato i prezzi intorno ai 6 millesimi di dollaro (il livello più basso dal giorno della quotazione sull’exchange Binance).

Segue Ontology (ONT) con un balzo del 40% dai livelli di ieri, torna a capitalizzare oltre i 300 milioni di dollari provando ad allontanarsi dai minimi annuali sfiorati alla vigilia di metà mese.

La capitalizzazione totale del mercato sale a 215 miliardi di dollari con il Bitcoin che si conferma sopra il 52% della dominance.

La regina delle criptovalute continua a guidare il settore affermandosi di valere più della metà di tutte le altre 1850 crypto ad oggi quotate su Coinmarketcap.

Fonte: https://it.tradingview.com/chart/VETUSDT/zySY5zOs/

VeChain (VET)

Il token quotato su Binance solo da poche settimane (25 luglio), supporta la piattaforma VeChain Thor che ha l’obiettivo di utilizzare la blockchain nel mondo reale con la IoT, in modo da offrire agli utenti il controllo dell’autenticità dei prodotti tracciati sul registro dal produttore sino all’ultimo passaggio al consumatore.

Obiettivo più volte richiamato anche da altri progetti che caratterizzerà il nostro prossimo futuro come, ad esempio, la tracciabilità dei farmaci, come raccontato nell’articolo di oggi ‘In Cina il controllo dei vaccini passa per la blockchain’.

Il gettone virtuale è attualmente quotato da una manciata di exchange, tra i più noti Binance e Huobi.

I prezzi dopo aver raggiunto il picco il giorno dopo la quotazione su Binance, a 2,8 centesimi di dollaro, hanno seguito la scia della debolezza del settore arrivando a toccare i minimi di periodo, nonché assoluti, il 14 agosto a 6 millesimi di dollaro.

La struttura tecnica ha una tendenza decisamente negativa e per valutare la possibilità di un eventuale rimbalzo con un ritorno verso i 3 centesimi, sarà necessario attendere le prossime settimane per avere maggiori dati che consentano una lettura del periodo trimestrale.

Condizione primaria per il recupero sarà la costruzione di una solida base di supporto sopra il centesimo di dollaro. Nonostante un ribasso che sfiora l’80% in pochi giorni il ritorno sull’investimento (ROI) dalla raccolta ICO avvenuta nei mesi scorsi, attualmente è oltre il 1700%.

Fonte: https://it.tradingview.com/chart/BTCUSD/9A3L6E7G/

Bitcoin (BTC)

Il calo dei volumi registrato nelle ultime 24 ore sfida la paura dei rialzisti che tentano di spingere i prezzi sopra i 6500 dollari.

Tentativi più volte provati nel corso delle ultime ore che sino al pomeriggio di venerdì non hanno sortito la rottura definitiva della soglia sia tecnica che psicologica.

Il superamento di questa barriera, accompagnato dai volumi, aprirebbe lo spazio al rialzo oltre i massimi di mercoledì a 6650 dollari, iniziando a costruire una struttura rialzista di breve periodo.

In caso contrario, con un ritorno delle quotazioni sotto i 6200 dollari nelle prossime ore, sarà prudente accettare l’ennesimo rimbalzo concesso da un Orso ancora in salute.

Fonte: https://it.tradingview.com/chart/ETHUSD/7NvRWGlQ/

Ethereum (ETH)

E’ ancora forte il colpo accusato da Ether nel corso dell’ultima settimana che la vede registrare il ribasso più profondo tra le prime 15 della classifica.

La paura è palpabile dalla mancanza di acquisti che sinora non riescono a far superare di slancio la soglia dei 300 dollari, più volte testata nelle ultime 48 ore ma che con attrae il ritorno del denaro.

Rimane precaria la situazione nonostante il rimbalzo che al momento fa segnare un recupero del 20% dai minimi di martedì pomeriggio.

I volumi rimangono oltre la media settimanale confermando l’attività di scambi rimasti sempre alti da oltre un mese.  

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.