Boom dei bancomat crypto: varrà centinaia di milioni
Boom dei bancomat crypto: varrà centinaia di milioni
Criptovalute

Boom dei bancomat crypto: varrà centinaia di milioni

By Daniele Chicca - 2 Set 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Il mercato degli ATM (Automated Teller Machine) di criptovalute è destinato ad attraversare un periodo di boom. Cinque anni di tempo e il settore raggiungerà la cifra astronomica di 144 milioni e mezzo di dollari.

Sono le stime elaborate da MarketsandMarkets in un nuovo report uscito a fine agosto. Nei prossimi cinque anni si tratterebbe in media di un tasso di crescita annuo composto del 54,7%.

Ne è passato di tempo da quando il primo sportello di bitcoin ha visto la luce in Italia, a Roma, nel 2014, e l’universo crypto ne ha fatta di strada, ma i bancomat rimangono tuttora uno dei metodi più immediati per compravendita di bitcoin e altre valute digitali.

Il rapporto, intitolato “Crypto ATM Market By Type (One Way and Two Way), Automated Teller Machine Hardware (Display, Printer, QR Scanner), And Geography (North America, Europe, Asia Pacific (APAC), Rest of the World (RoW)) – Global Forecast to 2023”, mette in evidenza come il mercato crescerà in maniera esponenziale, passando dai 16,3 milioni di quest’anno ai 144,5 milioni del 2023.

La domanda per gli sportelli del bancomat da cui prelevare monete digitali registrerà insomma un vero e proprio boom, secondo la società di ricerca, come conseguenza del crescente interesse per i trasferimenti di fondi in crypto e dell’utilizzo sempre più frequente dei pagamenti digitali da parte del settore privato.

ATM criptovalute con display o doppia funzionalità i più gettonati


A riscontrare il successo maggiore saranno gli sportelli a doppia funzionalità, ossia quelli che consentono ai clienti di comprare e vendere crypto all’interno di un solo ATM, e i dispositivi dotati di display. A livello geografico sarà la regione del Nord America a fare da padrona.

Se le stime si riveleranno azzeccate, e le ultime cifre relative al mese di luglio sull’adozione di ATM sembrano andare proprio in questa direzione, sarà una grande notizia per il bitcoin e le altre crypto più popolari, perché il fenomeno potrebbe favorirne la diffusione.

A metà agosto CoinAtmRadar riferiva che nel mondo vengono creati ogni giorno in media 5 nuovi sportelli automatici di crypto. Nel solo mese di luglio 187 nuovi ATM sono stati attivati e 132 sono stati chiusi, per un risultato netto del circa +1,6% di crescita.

Quanto al bitcoin, dopo essere saliti da 1000 a 2000 nel 2017 (+100%), gli sportelli della moneta crittografica a maggiore capitalizzazione installati nel nostro pianeta sono oggi 3.510 (+75,5% su base annua). E questo nonostante il periodo assolutamente nero sui mercati sia per il bitcoin e sia per i suoi concorrenti, che in molti casi hanno visto il valore più che dimezzato nel 2018.

Daniele Chicca
Daniele Chicca

Laureato in lingue e letterature straniere all'Università di Bologna, con un anno da undergraduate presso la UCL di Londra. Giornalista professionista dal 2007, si è con il tempo specializzato in finanza, economia e politica. Dopo tre anni presso il desk di Reuters a Milano, ha lavorato per diverse testate, contribuendo tra le altre cose a portare a un incremento del traffico progressivo sul sito Wall Street Italia e offrendo servizi di vario genere da inviato per Radio Rai e per le agenzie stampa AGI e TMNews (ex Apcom). Al momento è responsabile della redazione, della linea editoriale e del coordinamento di un importante sito di informazione economica e finanziaria

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.