Perché usare le crypto e non gli Euro
Perché usare le crypto e non gli Euro
Blockchain

Perché usare le crypto e non gli Euro

By Marco Cavicchioli - 7 Ott 2018

Chevron down

Una domanda che spesso si sente fare dai neofiti è “per quale motivo dovrei usare le criptovalute“?

Read this article in the English version here.

I motivi sono molti, ma non sono banali. Anzi, il motivo per cui spesso sono così difficili da scorgere è proprio perchè sono complessi.

Il primo motivo è sicuramente la cosiddetta disintermediazione: chi possiede criptovalute in un wallet di proprietà – e quindi non custodian – può utilizzarle a proprio piacimento senza dover mai necessariamente rivolgersi ad un intermediario, al contrario di come accade nel caso di una banca.

I vantaggi della disintermediazione sono spesso molto difficili da notare, per il semplice motivo che siamo così tanto abituati ad utilizzare intermediari per utilizzare qualsiasi servizio che lo diamo per scontato. E invece nel settore crypto gli intermediari sono tutt’altro che scontati.

Ad esempio, si può fare a meno delle banche. Si può fare a meno dell’emittente della carta di credito o del circuito su cui si effettuano i pagamenti. Si può fare a meno di Paypal, di ApplePay, SamsungPay e qualsiasi altro intermediario.

Le criptovalute da questo punto di vista sono come i contanti: gli scambi possono essere diretti, one-to-one: disintermediati. Questo significa che non esiste nemmeno alcuna commissione oltre il costo della transazione, ma anche e soprattutto nessun limite di spesa, se non il saldo del wallet, nessun divieto, nessun controllo, nessuna barriera territoriale, nessuna autorizzazione da chiedere per eventuali grossi importi. E le transazione sono rapide ed economiche, libere ed incensurabili.

Questo vantaggio può non apparire particolarmente importante a prima vista, ma chiunque abbia provato a spostare grosse cifre di denaro con le valute fiat, soprattutto all’estero, sa benissimo invece quanto possa essere utile.

Il secondo vantaggio è la decentralizzazione. A dire il vero non tutte le criptovalute sono decentralizzate, ma quelle più interessanti sì.

Il vantaggio della decentralizzazione è che nessuno può toccare i tuoi asset: una moneta decentralizzata non può subire modifiche, non può essere alterata, manipolata o soprattutto inflazionata.

Anche in questo caso chi è abituato ad utilizzare monete come dollari o euro potrebbe capire meno immediatamente questo vantaggio, ma chi invece è abituato a monete manipolate fino allo stremo (come ad esempio il bolivar venezuelano), oppure pesantemente inflazionate (come il peso argentino o la lira turca), di sicuro sa già quanto questo possa essere utile.

I venezuelani, ad esempio, lo hanno già capito benissimo e non è un caso che stiano cambiando sempre di più i propri bolivar in BTC.

Prima o poi qualsiasi moneta fiat può soffrire di manipolazione o inflazione eccessiva, e quello è il momento in cui ci si rende conto che la decentralizzazione può essere un gran vantaggio.

Il terzo vantaggio è la tracciabilità.

Il fatto che tutte le transazioni effettuate con il proprio wallet siano tracciate in modo perenne ed immodificabile, e siano anche pubbliche, rende facilissimo non solo tenere conto delle proprie transazioni in ingresso o uscita, ma anche, ad esempio, dimostrare senza ombra di dubbio di aver effettuato un pagamento. È tutto alla luce del sole, registrato pubblicamente per l’eternità.

Ad esempio, utilizzando singoli indirizzi diversi per ricevere o inviare token a persone o aziende diverse, si può avere tutta la storia, indiscutibile, di tutte le transazioni avvenute nel corso del tempo tra i due soggetti. Inoltre, visto che le transazioni sono pubbliche, non solo il mittente ma anche il destinatario può vedere tutte la storia (che non è contestabile).

Il quarto vantaggio non è da sottovalutare è quello relativo alla natura deflazionistica di molte criptovalute decentralizzate (in primis Bitcoin), il che le rende immuni dall’inflazione generata da eccesso di emissione di moneta, e quindi tendenzialmente in grado di aumentare di valore nel tempo.

In altre parole, possono anche essere un buon investimento, anche se nulla e nessuno può garantire che ci si guadagni per forza investendoci.

Ad oggi questi sono i principali vantaggi derivanti dall’utilizzo di criptovalute al posto di valute fiat. In realtà, in futuro molto probabilmente se ne aggiungeranno anche altri, dovuti da un lato ad ulteriori sviluppi tecnologici, e dall’altro ai cosiddetti second layer come Lightning Network, che ne moltiplicano le potenzialità innovative.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.