Donazioni in Bitcoin per il “Giving Tuesday”
Criptovalute

Donazioni in Bitcoin per il “Giving Tuesday”

By Fabio Lugano - 27 Nov 2018

Chevron down

Oggi è il Giving Tuesday e si ritaglia uno spazio anche bitcoin. Dopo il giovedì del Thanksgiving e le feste commerciali del Black Friday e del Cyber Monday ecco che arriva la festa delle generosità creata su iniziativa delle United Nation Foundation e da 92nd Street Y a partire dal 2012.

Read this article in the English version here.

Iniziata in sordina nel 2012, già nel 2014 raccoglieva 45 milioni per giungere a 274 nel 2017.

Solitamente il grosso delle donazioni avviene online, grazie anche alla partecipazione di colossi come PayPal e Facebook, fatte quindi con carte di credito, ma nel 2018 non ci si può astrarre dal considerare anche i pagamenti in criptovalute.

Attualmente sono 250mila le transazioni giornaliere in BTC, meno rispetto al picco di gennaio, ma comunque un numero più che significativo.

Il fatto che i volumi si siano ridotti potrebbe rendere molti possessori di crypto più consci della vanità dei guadagni e renderli quindi più attenti al benessere sociale collettivo.

Le donazioni in valute virtuali tendono a polarizzarsi attorno o a poche grandi donazioni di gruppi imprenditoriali, o ad una pluralità polverizzata di piccole donazioni e lo scorso anno il Pineapple Fund annunciò la donazione di 5104 bitcoin.

Le somme raccolte nel Giving Tuesday verranno utilizzate per una pluralità di iniziative benefiche quali quelle di GiveDirectly, Wikimedia, Savethechildren e Unicef.

Uno spazio in questo senso se lo è ritagliato anche Helperbit, una piattaforma nata nel 2014 con lo scopo di rendere più trasparenti le donazioni, garantendo infatti la completa tracciabilità tramite blockchain del flusso di denaro che arriva agli enti benefici.

 

Fabio Lugano
Fabio Lugano

Laureato con lode all'Università Commerciale Bocconi, Fabio è consulente aziendale e degli azionisti danneggiati delle Banche Venete. E' anche autore di Scenari Economici, e conferenziere ed analista di criptovalute dal 2016.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.