Dopo aver assistito ad un rimbalzo dei prezzi alle prime luci dell’alba di quest’ultima settimana di novembre, che dai minimi di ieri mattina registravano recuperi tra i 10 e 15 punti percentuali, nel pomeriggio bitcoin torna a perdere valore, insieme alle quotazioni di tutte le altre crypto.

Read this article in the English version here.

Bitcoin perde valore

Se questa mattina tutte le principali criptovalute si muovevano in territorio positivo, dopo le 12.00 (CET) alcune iniziano ad essere colpite dalle vendite.

Tra le peggiori ci sono Eos e Iota (MIOTA) che perdono oltre il 5% dai livelli di ieri pomeriggio. Anche bitcoin, dopo essere riuscito a recuperare i 4100 dollari, torna a sfiorare i 3700 dollari con un perdita vicina al 3% nelle ultime 24 ore.

Tra le migliori torna a farsi notare Ripple (XRP) che sale del 2% prendendosi i meriti per dimostrare resilienza nonostante aver subito i contraccolpi ribassisti di tutto il resto del settore nel corso dell’ultima settimana. Nella top 20, molto bene anche Zcash (ZEC) con +5% e Nem (XEM) in salita del 3%.

I ribassi delle ultime due settimane hanno fatto uscire circa 30 token dalla lista di Coinmarketcap, una sforbiciata che non si registrava dallo scorso febbraio che evidenzia il difficile periodo.

Da inizio mese la capitalizzazione perde oltre il 40% passando da $205 a poco più di $120 miliardi, esattamente gli stessi livelli di un anno fa in un contesto e morale decisamente diversi.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/BTCUSD/

Bitcoin (BTC)

Prove di rimbalzo con un movimento che in meno di 12 ore ha fatto recuperare ai prezzi oltre il 15% passando da 3650 a poco oltre i 4120 dollari, ma poi nel pomeriggio bitcoin ha continuato a perdere valore.

Il weekend che apre la stagione degli acquisti natalizi riporta i volumi anche sulle criptovalute che non accusano nessuna flessione nonostante i recenti ribassi sembrerebbero aver affossato i sogni di gloria di molti fan del bitcoin.

La situazione rimane delicata. E’ necessario attendere conferme oltre i 4000 dollari altrimenti il test dei 3400-3500 dollari sarà inevitabile.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/ETHUSD/

Ethereum (ETH)

Per la prima volta dopo oltre 18 mesi, ieri i prezzi di Ethereum hanno abbandonato la soglia dei 100 dollari.

Questo ha toccato l’orgoglio dei fan della regina degli smart contract riportando in pochi minuti il prezzo nuovamente a tre cifre. Il rimbalzo di queste ultime ore ha sfiorato i 120 dollari sostenuto da volumi importanti.

Questo, però, non è bastato a sostenere le quotazioni che nel pomeriggio si sono sgonfiate riportando i prezzi sotto la soglia dei 110 dollari. Per i rialzisti è cruciale tenersi aggrappati ai 110 dollari, altrimenti la rottura dei 100 dollari abbatterebbe anche il morale già a terra.

Previous articleRipple: “XRP è più usato di bitcoin (BTC)”
Next articleDonazioni in Bitcoin per il “Giving Tuesday”
Federico Izzi
Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo