banner
Come acquistare auto con bitcoin
Come acquistare auto con bitcoin
Bitcoin

Come acquistare auto con bitcoin

By Marco Cavicchioli - 6 Gen 2019

Chevron down

È possibile acquistare un’auto pagandola in bitcoin? La risposta è Sì.

Ad esempio, un concessionario di Houston, in Texas, accetta pagamenti in criptovalute e ha venduto addirittura una Bentley pagata in bitcoin.

Read this article in the English version here.

Bitcoin può essere usato come una qualsiasi moneta, se il venditore la accetta come mezzo di pagamento, pertanto per acquistare un’auto in bitcoin è sufficiente trovare un venditore disposto ad accettare criptovalute in pagamento.

Tuttavia, va aggiunto che non sono molti ad accettare di vendere la propria automobile in cambio di criptovalute.

Ad esempio, sul sito BuySellCarWithBitcoin.com è possibile pubblicare annunci di vendita di automobili in cambio di bitcoin, ma se ne contano meno di 50 in tutti gli USA, e solo 34 in tutta Europa.

Confrontando questi dati con quelli di un qualsiasi portale per la compravendita di automobili, si nota una differenza abissale.

Su SpendBitcoins.com invece risulterebbero solo 28 concessionari in tutti gli USA disposti ad accettare bitcoin come forma di pagamento, pertanto anche i rivenditori ufficiali di auto nuove non sembrano mediamente molto propensi ad accettare criptovalute come mezzo di pagamento.

Acquistare auto con bitcoin

Dal punto di vista legale, in molti Paesi non ci sono ostacoli che impediscano di pagare un’automobile in bitcoin, nè che si tratti di un’auto acquistata da un privato, magari usata, nè che si tratti invece di un’auto nuova acquistata da un concessionario.

Il problema è solamente quello di trovare un venditore disposto ad accettare criptovalute in pagamento.

Infatti, a differenza delle valute fiat, non c’è modo di obbligare nessuno ad accettare bitcoin come mezzo di pagamento, pertanto l’accettazione volontaria del venditore è un presupposto fondamentale e necessario in questi casi.

Un altro modo sarebbe quello di pagare in realtà in valuta fiat, ma alimentando il pagamento in criptovalute, ovvero con il compratore che usa criptovalute, mentre il venditore riceve valuta fiat.

Per fare ciò, è necessario un cambio di valuta, che può essere effettuato dal compratore, dal venditore o da un intermediario.

Tuttavia, non si tratterebbe di un vero e proprio pagamento in criptovalute a tutto tondo e di sicuro richiederebbe una spesa aggiuntiva per il cambio.

Ciò non toglie, però, che,qualora l’adozione di massa di bitcoin divenisse realtà, il numero di venditori disposti ad accettarlo crescerebbe molto: in tal caso la scelta per i compratori si potrebbe ampliare esponenzialmente.

Fino ad ora, però, non è così.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.