JP Morgan, HSBC e altre banche chiudono account crypto
JP Morgan, HSBC e altre banche chiudono account crypto
Criptovalute

JP Morgan, HSBC e altre banche chiudono account crypto

By Amelia Tomasicchio - 4 Mar 2019

Chevron down

JP Morgan e HSBC sono tra le banche pronte a chiudere account crypto più spesso. Secondo un articolo di Bloomberg, infatti, molti sono gli istituti finanziari in giro per il mondo che decidono di chiudere gli account degli utenti che adoperano le crypto. Tra questi anche Bank of America.

Read this article in the English version here.

“Negare i servizi bancari di base è follia, ostacola la crescita del settore e costringe le aziende a diventare creative per risolvere il problema.”, ha spiegato Sam Bankman-Fried, CEO di Alameda Research, azienda di trading crypto con base in California.

JP Morgan HSBC chiudono account crypto

Nonostante HSBC e JP Morgan siano già impegnate nel settore blockchain e crypto con diversi progetti tra cui la più nota JPM Coin, queste non esitano comunque a negare l’apertura di conti o a chiuderne se sono coinvolte le criptovalute.

Jesse Powell, CEO di Kraken, a gennaio aveva detto: “in pratica devo impiegare le arti di un riciclatore di denaro per sopravvivere” dopo che JP Morgan Chase e Bank of America aveva chiuso gli account della sua azienda con pochissimo preavviso.

D’altro canto ci sono alcune banche che invece appoggiano maggiormente le crypto, come per esempio Signature Bank in America e Bank Frick in Europa.

Inoltre, una soluzione a questi problemi possono essere le stablecoin che, avendo un collaterale in fiat, subiscono meno la volatilità del mercato, quindi potrebbero essere una valida alternativa per cambiare le crypto senza necessariamente doverle convertire nelle più tradizionali valute fiat e spostarle quindi in banca.

Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di diversi magazine crypto all'estero e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e sta scrivendo un libro sugli NFT per Mondadori. Inoltre, ha lanciato due progetti NFT chiamati The NFT Magazine e Cryppo, oltre ad aiutare artisti e aziende ad entrare nel settore.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.