banner
Larry Sanger di Wikipedia usa Brave Browser
Larry Sanger di Wikipedia usa Brave Browser
Blockchain

Larry Sanger di Wikipedia usa Brave Browser

By Alfredo de Candia - 21 Mar 2019

Chevron down

Il co-fondatore di Wikipedia, Larry Sanger, ha rivelato in un post di utilizzare il nuovo browser di Brave, ritenendolo migliore sotto diversi aspetti rispetto ai browser tradizionali.

Read this article in the English version here.

Per chi non lo conoscesse, Brave è un browser basato sulla blockchain di Ethereum, fondato da uno dei creatori di Firefox, Brendan Eich. Brave integra un adblocker in modo che le pubblicità appaiano solo a chi voglia vederle, permettendo di guadagnare dei token, i BAT token (Basic Attention Token), guardando alcune pubblicità che l’utilizzatore decide in base alle sue preferenze: il programma di reward è quindi opzionale e deve essere attivato manualmente.

Brave è attualmente disponibile sia in versione desktop che in versione mobile.

Larry Sanger, che è anche il CIO (Chief Information Office) dell’enciclopedia decentralizzata Everipedia, nel post va direttamente al punto spiegando che quello che a noi sembra di avere gratis – ricerche tramite motori di ricerca, social media e così via –  viene fornito in cambio dei nostri dati di navigazione, con diversi strumenti come i cookie, quindi non proprio a tutela dell’utilizzatore dato che sono dati interessanti per ogni advertiser.

Utilizzando invece Brave Browser si ha la certezza che tutti i dati di navigazione e di tracciamento vengano bloccati in automatico ed in più è l’utilizzatore finale a decidere se e quando vedere un pubblicità per poi essere premiato con i BAT token, portando l’utilizzatore ad avere il controllo sui suoi dati.

BAT token si trova attualmente alla posizione 28 di CoinMarketCap, ad un valore generale che attualmente si aggira intorno ai 20 centesimi di dollaro.

Google vs Brave Browser

Tempo fa Google Adwords si è rifiutato di pubblicare le inserzioni riguardanti Brave Browser, con l’indicazione che avrebbero violato le norme generali legate alla pubblicità del re dei browser che proteggono contro truffe e scam. Chissà che non si sia solo trattata di una mossa di un competitor indispettito per la crescente fama del rivale.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.