Bitcoin e il videogioco di Tarkov
Bitcoin e il videogioco di Tarkov
Bitcoin

Bitcoin e il videogioco di Tarkov

By Alfredo de Candia - 10 Giu 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Sul marketplace di Bitcoin.com è possibile vendere e comprare asset digitali di videogiochi come nel caso del gioco di Escape from Tarkov.

Il panorama dei videogiochi è infatti sicuramente influenzato dal mondo delle crypto e della blockchain ed infatti numerosi sono i giochi che sono stati creati su EOS e TRON ma non solo.

Cos’è Escape from Tarkov?

Stiamo parlando di un MMO FPS RPG, ossia di un Massive Multiplayer Online First Person Shooting Role Play Game, quindi uno sparatutto online.

Il gioco presenta delle ambientazioni molto realistiche in uno scenario fittizio tra Europa e Russia in una città chiamata Tarkov. Come suggerisce il titolo, il gioco ha l’obiettivo di scappare da questa città per andare in un mondo libero.

Cosa c’entra questo gioco con Bitcoin?

Il gioco in questione non ha nulla a che fare direttamente con Bitcoin (BTC) ma alcuni utenti hanno capito che trattandosi di un RPG è possibile personalizzare il proprio personaggio e far aumentare il proprio livello grazie a delle missioni.

Ed è proprio in alcune di queste missioni che è possibile ricevere dei bitcoin per averle completate, in totale ci sono ben 15 bitcoin fisici che si possono recuperare in tutto il gioco e che chiunque può ottenere completando le relative quest.

Tarkov regala Bitcoin?

Essendo un gioco tradizionale, quello che troviamo al suo interno è completamente avulso dal mondo esterno e dall’integrazione di un wallet che possa far gestire un sistema di transazioni avanzato.

Il gioco parla di bitcoin fisici, ma non si tratta di veri bitcoin quanto di un equivalente virtuale di BTC con un valore di soli 0,2 BTC.

Inoltre, altro aspetto interessante da sottolineare è che questo importo varia costantemente, anche in base al livello dell’esperienza del personaggio, infatti alcuni utenti hanno registrato anche valori a 6 cifre.

Il gioco stesso ha infatti un mercato interno per vendere e comprare questi bitcoin fisici del videogioco e quindi il loro valore può variare.

A cosa servono questi Bitcoin?

L’unico scopo di questi oggetti è quello di essere scambiati per oggetti ed armi e quindi ottemperano all’idea originale del bitcoin come forma di pagamento.

In pratica, visto che Escape from Tarkov è ambientato in una versione distopica del mondo, gli ideatori hanno pensato bene di sfruttare l’idea di Bitcoin come moneta slegata da un ente centralizzato.

Interessante notare come alcuni trade permettano di scambiare una vecchia versione portatile del videogioco Tetris per 1 bitcoin fisico, quindi 0,2 BTC, oppure usare 1 bitcoin fisico per comprare un fucile.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.