banner
Un sindaco USA offre ai residenti $1000 in bitcoin
Un sindaco USA offre ai residenti $1000 in bitcoin
Bitcoin

Un sindaco USA offre ai residenti $1000 in bitcoin

By Vincenzo Cacioppoli - 23 Ago 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Negli USA qualcuno ha deciso di premiare i residenti con Bitcoin. Infatti, Jayson Stewart, il Sindaco di Cool Valley, nello stato del Missouri negli Stati Uniti, ha affermato che conta di dare ad ogni residente della sua città  fino a $ 1.000 in Bitcoin.

Il Sindaco prevede di dare a ciascuno dei 1.500 residenti di Cool Valley dei Bitcoin tramite un programma di maturazione, il che significa che non saranno in grado di vendere per diversi anni.

Cool Valley è un piccola cittadina USA, nella contea di St. Louis, Missouri, con una popolazione di circa 1.500 abitanti.  Il Sindaco della città ha un piano ambizioso per arricchire i residenti della sua città e prevede di fare ciò assegnando a tutti un quantitativo di Bitcoin.

Stewart ha presentato il suo progetto qualche giorno fa durante un’intervista con KSDK, una stazione televisiva affiliata alla NBC. Per mettere in atto questo piano si stanno raccogliendo dei fondi, proprio per mettere dei bitcoin nelle mani di ogni abitante della città.

“È come oro digitale. Mi piacerebbe vedere ogni singola famiglia nella mia città ricevere un certo livello di bitcoin, che si tratti di $ 500 o $ 1.000. Ho amici le cui vite sono state completamente cambiate, come passare da un normale lavoro dalle nove alle cinque a un valore di oltre 80 milioni di dollari nel giro di pochi anni”.

Questo ha detto nell’intervista il Sindaco Stewart, che si definisce un imprenditore di successo e dice di credere moltissimo nel mondo digitale e soprattutto nelle criptovalute.
Stewart, a questo scopo, ha detto che vorrebbe vedere ogni famiglia nella sua città ricevere un certo livello di BTC tra $ 500 e $ 1.000. Stewart ha anche  detto a KSDK che aveva un numero di donatori di supporto che avevano accettato di coprire il denaro che poteva raccogliere per il programma fino a qualche decina di milioni di dollari.

Un sindaco pro Bitcoin

Il sindaco ha affermato che stava tentando di pagare il programma con fondi governativi e che potrebbe potenzialmente fare affidamento sui soldi degli aiuti, tramite il programma di soccorso COVID-19.  Ha anche aperto la porta all’utilizzo dei contribuenti della città per pagare il conto, dicendo che era un’opzione “possibile”.

Stewart ha affermato che i Bitcoin gratuiti sarebbero stati bloccati per un certo periodo per evitare che si potesse fare speculazione, con l’idea che i destinatari dei fondi non sarebbero stati in grado di smobilizzare il capitale per almeno cinque anni o più.

Affrontando le preoccupazioni ambientali che alcune persone associano al bitcoin, inerente il suo grande consumo di energia, il Sindaco Stewart ha affermato che la sua città adotterà misure proattive per compensare il noto impatto ambientale della criptovaluta.  Ha spiegato:

“Stiamo regalando bitcoin e allo stesso tempo stiamo convertendo la nostra intera città in solare, come tutte le luci del governo e cose del genere”.

Il Sindaco ha anche parlato di alcuni dei piani per familiarizzare i residenti con la criptovaluta, inclusa l’offerta di lezioni gratuite su come utilizzare e archiviare in modo sicuro bitcoin. Stewart spera di dare il via a questo programma entro la fine dell’anno.

Vincenzo Cacioppoli
Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.