Criptovalute: i maggiori pump e i maggiori dump del 2021
Criptovalute: i maggiori pump e i maggiori dump del 2021
Criptovalute

Criptovalute: i maggiori pump e i maggiori dump del 2021

By Marco Cavicchioli - 25 Dic 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Il 2021 è stato un anno caratterizzato da tanti pump and dump per le criptovalute. Ma quali sono le criptovalute che hanno performato meglio, e quali quelle che hanno performato peggio quest’anno? 

I Pump and Dump del 2021

Escludendo i token con volumi irrilevanti, tra quelle maggiori in assoluto i tre maggiori pump sono stati quelli di Shiba Inu, Gala e di Terra (LUNA). 

Shina Inu

Il token SHIB a fine 2020 aveva un prezzo di 0,000077 milionesimi di dollaro, mentre ora supera i 36 milionesimi. Si tratta di un incremento superiore al 45.000.000%, anche se a fine 2020 i volumi di scambio erano praticamente irrilevanti. 

Il vero boom c’è stato a partire dai primi di maggio, quando da 1,5 milionesimi è passato a 35,3 milionesimi nell’arco di tre giorni. 

Gala

Gala invece negli ultimi 12 mesi ha guadagnato il 177.000%, anche se il vero e proprio boom c’è stato solo a novembre, quando è passata da 0,084$ a 0,72$ quasi decuplicando il proprio valore in meno di due settimane. 

Terra (LUNA)

Tra le principali criptovalute però è stata Terra (LUNA) a far registrare l’incremento maggiore. Infatti rispetto ad un anno fa viaggia sul +18.000%, grazie a cui è entrata di diritto nella top 10 delle principali criptovalute al mondo per capitalizzazione di mercato, superando Polkadot e Dogecoin. 

A fine 2020 il prezzo era di circa 0,6$, salito a 22$ a marzo. La vera e propria impennata però c’è stata a partire da fine luglio, dato che è passata da 7$ ad oltre 90$ nel giro di pochi mesi. 

crypto pump dump
Terra (LUNA) è stata tra le migliori crypto del 2021

Le migliori e le peggiori criptovalute del 2021

Tra le principali criptovalute o token anche Polygon (MATIC), Axie Infinity (AXS) e The Sandbox (SAND) hanno registrato guadagni annuali superiori al 10.000%. 

Tra le criptovalute che hanno perso di più ce ne sono molte che hanno volumi di scambio irrisori, e che hanno perso il 100% o il 99,9% del loro valore. 

L’unica però che vale la pena citare, visto che ha un volume di scambio non irrilevante, è Sun Token, che in un anno a perso il 99,7%. 

D’altronde esistono ormai più di 11.000 tra token e criptovalute, e di questi ne implodono in continuazione. 

Chi vince e chi perde tra le top crypto

Concentrandosi solamente sulle maggiori criptovalute, a dire il vero non ce n’è nessuna il cui valore attuale sia inferiore rispetto a quello di un anno fa. 

Bisogna scendere fino a Bitcoin SV (BSV) per trovare una criptovaluta in perdita negli ultimi 12 mesi, con un -23%. Anche NEM (-39%) e Celsius (-27%) chiudono l’anno in perdita. 

Conviene però citare anche alcune criptovalute che pur facendo registrare un guadagno, hanno ottenuto performance decisamente inferiori alla media, come ad esempio Litecoin (+24%) e Bitcoin Cash (+29%). 

Da notare che tra le prime 10 criptovalute con maggiore capitalizzazione di mercato è stata Bitcoin quella con il minor guadagno: +66%.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.