Funziona il trend-following su BNB?
Funziona il trend-following su BNB?
Criptovalute

Funziona il trend-following su BNB?

By Andrea Unger - 10 Apr 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

In questo articolo viene valutata una strategia “classica”, molto nota alla maggior parte dei trader di tutto il mondo: l’opening range breakout! Inoltre viene discussa la performance di questa strategia trend-following sulla crypto BNB.

Questa strategia si basa su un assunto tanto semplice quanto efficace: se il mercato registra rendimenti positivi nell’arco della prima parte della giornata, allora sarà più probabile che il mercato continui nella direzione presa per il resto della sessione. 

In questa ottica si può dire che se il mercato sale di una certa percentuale, rispetto all’apertura della giornata, allora sarà più probabile vedere continuare i rialzi da quel momento alla fine della sessione. 

trend_bnb1
Figura 1: Esempio pattern opening range breakout.

La verifica del trend-following su BNB

Prendendo spunto da questa teoria si procede ad effettuare dei test per verificare quanto profitto (o perdita) un sistema “long-only” ovvero una strategia che prevede solo ingressi in acquisto, e non in vendita, avrebbe generato su BNB (Binance). 

Il trading system costruito seguirà delle regole ben definite: in primis si acquisterà quando il mercato farà segnare almeno un rendimento dello 0,6% dall’apertura della giornata (Figura 1). La scelta più logica sarebbe quella di optare per valori come 0,5% / 0,75% / 1%.

Tutti questi valori funzionano bene, ma il punto migliore, nonché il valore più stabile, è proprio 0,6%. Chiaramente su un mercato come BNB che è salito molto negli ultimi anni, la conferma della veridicità del trend viene data da un piccolo movimento al rialzo. Lo 0,6% appunto. Questo genera molti ingressi, molte più possibilità di ottenere dei benefici dal forte trend rialzista degli anni scorsi.

Al classico opening range breakout si aggiungeranno poi altre condizioni, atte a limitare il numero di ingressi, di per sé alto in partenza.

La prima condizione aggiunta è che si effettuerà al massimo un ingresso al giorno. Pertanto non sarà possibile vedere 2 stoploss nell’arco della stessa sessione. In aggiunta a questo, non meno importante, viene inserita una condizione per cui si invieranno ordini, solo se la giornata precedente ha fatto registrare una giornata indecisa. È infatti statisticamente verificabile come dopo giornate di indecisione sia più probabile che si verifichi un movimento più deciso. 

Si attenderà che il “body” della candela giornaliera della giornata precedente, ovvero la distanza che intercorre tra apertura e chiusura della giornata, sia inferiore al range totale della giornata precedente (da massimo a minimo). 

Strategia di uscita

Per quanto riguarda le uscite della strategia, esse potranno avvenire in due modi diversi: il primo è il classico stoploss, fissato al 5% del valore della posizione. Il secondo avverrà con ordine stop sul minimo della giornata precedente (Figura 2), una sorta di trailing stop. Se il mercato andrà nella direzione sperata, o se lo stoploss di base sarà troppo elevato, l’uscita verrà piazzata sul minimo della sessione precedente.

trend_bnb2
Figura 2: Esempio pattern di uscita sul minimo della giornata precedente.

I risultati sono fin da subito confortanti (Figura 3). Una strategia “long-only” sviluppata su BNB che ha visto incrementare notevolmente il suo valore negli anni, rappresenta una base solida da cui partire. 

Per quantificare i risultati mostrati viene utilizzato un capitale fisso di 10.000$ per ogni trade effettuato, senza considerare mai il reinvestimento degli utili.  

trend_bnb3
Figura 3: Equity line della strategia.

I risultati della strategia 

Nonostante il classico buy&hold avrebbe sicuramente prodotto più utili rispetto al sistema, in tutti gli anni dello storico la strategia ha ottenuto buoni risultati, anche in anni come il 2018 dove il mercato ha avuto un forte trend ribassista su tutto il panorama crypto. 

Questo significa che il trading automatico può portare a benefici come quello del contenimento del rischio, che invece sarebbe inquantificabile su strategie più convenzionali come appunto il buy&hold.

trend_bnb4
Figura 4: Risultati annuali

Risultati dunque molto incoraggianti, anche se non troppo costanti. D’altronde è risaputo che le crypto sono strumenti molto difficili da addomesticare. L’aggiunta di un takeprofit, seppur grande, porta a peggioramenti dei risultati. Sicuramente imbrigliare questa strategia su un mercato molto volatile, come BNB (e le crypto in generale), non è un’idea così allettante. In ogni caso, le uscite in trailing e in stoploss evitano operazioni troppo lunghe e quindi anche più rischiose.

Infine dal report annuale (Figura 4) si evince come questo tipo di strategia abbia una percentuale di profittabilità al di sotto della soglia, psicologica se vogliamo, del 50%. Infatti si attesta attorno ad un 30-40%. Un mercato, seppur molto volatile, difficilmente avrà forte direzionalità tutti i giorni dell’anno. Sarebbe costantemente sui giornali, finendo per spazientire gli investitori ed allontanarli dal mercato perché considerato troppo pericoloso. 

Questo classico approccio si dimostra dunque valido sul BNB, ma potrebbe esserlo anche su altre crypto. Da qui l’invito ad essere sempre curiosi e cercare di diversificare il proprio portafoglio attraverso un paniere ben variegato di mercati e strategie. 

Il trading offre quotidianamente nuove possibilità, sta a noi cercare di coglierle e farle nostre.

Buon trading!

Andrea Unger

Trader e autore italiano noto per essere l’unico quattro volte campione del mondo di Trading (2008, 2009, 2010, and 2012). Laureato con lode in Ingegneria Meccanica presso il Politecnico di Milano, membro del MENSA, trader indipendente dal 2001.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.