Dopo la bancarotta di FTX, il numero di indirizzi crypto è aumentato a dismisura
Dopo la bancarotta di FTX, il numero di indirizzi crypto è aumentato a dismisura
Criptovalute

Dopo la bancarotta di FTX, il numero di indirizzi crypto è aumentato a dismisura

By Andrea Porcelli - 16 Dic 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Dopo la bancarotta di FTX, il numero di indirizzi crypto ha raggiunto il massimo annuale di 152.936 il 4 dicembre, con un aumento di 5.541 indirizzi di balene BTC (+ 3,8%) da inizio anno (YTD). Ciò avviene sulla scia del crollo dello scambio centralizzato di criptovaluta FTX, dopo aver interrotto i prelievi dei clienti l’8 novembre.

Il crollo di FTX, all’epoca uno dei più grandi scambi centralizzati di criptovaluta del mondo, ha spinto gli utenti attraverso gli scambi centralizzati a prendere in custodia i propri fondi. Mentre gli utenti ritiravano i loro fondi dagli scambi centralizzati di criptovaluta (CEX), i saldi di scambio sono diminuiti di $20,7 miliardi, da $ 123,6 miliardi il 2 novembre a $ 102,8 miliardi il 13 novembre. In meno di due settimane, i saldi CEX delle prime sei principali criptovalute erano diminuiti di circa il 16,8%.

La bancarotta di FTX e l’aumento degli indirizzi crypto

Il numero di indirizzi di balene Bitcoin ed Ethereum, possiamo considerarlo una tendenza in rialzo di quest’anno. Avendo però raggiunto il picco durante il crollo di FTX si può riflettere sulle motivazione che hanno spinto a ciò. I gruppi di balene che spostano i fondi dagli exchange centralizzati all’auto custodia è causa di insicurezza nel settore, da parte degli investitori. 

Solo nella settimana prima del collasso di FTX, dove era trapelata la notizia della non avvenuta acquisizione di Binance, si sono contati quasi 2 miliardi di fondi prelevati dalle piattaforme di exchange.

Tornando indietro al 6 novembre dopo il tweet del CEO di Binance, che ha scatenato il crollo della piattaforma di FTX, il numero di indirizzi delle balene di Bitcoin è salito radicalmente, rispetto all’inizio dell’anno.

Quando FTX ha interrotto i prelievi l’8 novembre, il numero di indirizzi di balene BTC era aumentato di 420, o in aumento dello 0,3% rispetto al 6 novembre, a 151.212 (+ 2,6% YTD)

Ciò potrebbe essere dovuto in gran parte al fatto che le balene si sono unite al ritiro per l’auto-custodia. 

Chiaramente questo ha portato un enorme guadagno per i portafogli di auto custodia, sia nel breve termine, che nel lungo termine.  

Changpeng Zhao non è d’accordo sulla autocustodia delle crypto

CZ, durante una discussione di mercoledì su Twitter Spaces, ha dichiarato:

 “Per la maggior parte delle persone, per il 99% delle persone oggi, detenere criptovalute per conto proprio significa finire per perderle”.

CZ si è espresso poco dopo aver consigliato al suo staff di prepararsi per alcuni mesi “irregolari”, suggerendo che la realtà rende l’autocustodia delle criptovalute non realistica per molti:

“La maggior parte delle persone non pensa al backup delle proprie chiavi di sicurezza fino a quando non è troppo tardi.“Senza la crittografia adeguata per i loro backup, finiranno per scriverli su un pezzo di carta e rischiano di vedersi rubare i fondi. Peggio ancora, se una persona dovesse morire senza lasciare un modo per dare accesso ai suoi parenti più prossimi, le risorse digitali andrebbero perse per sempre. Ma, con la nostra procedura operativa standard, questo non deve diventare un problema”.

Le balene sembrano interessate ad Ethereum

Abbiamo prima analizzato come si stanno muovendo le balene per la gestione dei loro fondi, ma di recente è stato notato un interesse concreto da parte dei grandi investitori verso Ethereum. Le balene di Ethereum hanno iniziato ad accumulare ETH in quantità significative, senza contare che i validatori stanno mostrando un crescente interesse, nonostante il calo delle entrate. 

Infatti, il numero di validatori sulla rete Ethereum è cresciuto di oltre il 5,50% negli ultimi 30 giorni; in termini prettamente numerici risultano più di 474.000 validatori sulla rete. Da evidenziare che questi validatori hanno continuato a mostrare fiducia in Ethereum, nonostante le loro entrate in calo. 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.