Le crypto rialzano la testa nel 2023: Sweat, ApeCoin, Bancor e Terra Luna
Le crypto rialzano la testa nel 2023: Sweat, ApeCoin, Bancor e Terra Luna
Criptovalute

Le crypto rialzano la testa nel 2023: Sweat, ApeCoin, Bancor e Terra Luna

By George Michael Belardinelli - 9 Gen 2023

Chevron down
Ascolta qui
download

Sweat Economy 

Il prezzo di Sweat Economy è cresciuto dell’8,10% dalla fine del 2022 segnando un portentoso recupero che si conferma anche nelle ultime 24 ore dove la crypto ha portato a casa un ulteriore 1,40% toccando gli 0,0105 Euro.

Il massimo storico di SWEAT fu di 0,94 Euro e nonostante il recupero in questa prima settimana del 2023 siamo ben lontani da quelle vette per toccare le quali la coin avrebbe bisogno di recuperare un altro I98,88%.

Attualmente ci sono 2.049.222.600 di SWEAT in circolazione e la moneta continua a recuperare terreno proseguendo il trend. 

Non solo Play-to-Earn ma anche Move-to-Earn grazie a Sweat Economy che da agli utenti la possibilità di percepire una ricompensa per l’attività fisica svolta. 

Sweat Economy si basa sulla chain Near e premia i propri utenti con SWEAT per la loro attività motoria.

Gli SWEAT possono essere utilizzati per l’utilizzo on chain, per lo staking o essere scambiati ma danno anche accesso a premi come iPhone, lezioni di yoga antigravitazionale, audible ecc.

Ape Coin

Il token ERC20 ApeCoin (APE), non è altro che un Token di governance utilizzato all’interno dell’ecosistema della scimmia per prendere parte ad ApeCoin DAO. 

Nel futuro di ApeCoin però l’espansione andrà in direzione gaming, merch, events ed utility come trapelato dagli insider e confermato dalla stessa società. 

Dalla seconda settimana di dicembre ad oggi APE (Ape Coin) è in netto recupero (+14,63%) riportandosi ad un valore di 4,35 Euro con l’ennesima prestazione positiva che si riscontra anche se guardiamo alle ultime 24 ore (+11,10%). 

Il circolante del token al momento è di 361.250.000 APE ma il prezzo del token è sotto dell’84% dal massimo all time di 25,75 Euro. 

In questa fase i rialzisti si giovano della correzione long ma se teniamo conto della situazione attuale che è per lo più diffusamente short, i ribassisti potrebbero riprendere in mano la situazione e testare nuovamente il livello dei 3 dollari.

Bancor Network Token (BNT) 

Bancor Network Token (BNT) ama definirsi come 

“un protocollo di liquidità completamente on-chain che è possibile implementare in qualsiasi blockchain abilitata per la gestione dei contratti intelligenti”.

Il token su base Ethereum vanta un valore di 0.32861840 Euro al momento in ascesa dello 0,68% negli ultimi 7 giorni e del 2,52% nelle ultime 24 ore, con un volume di scambio di 2,632,923 Euro ed una capitalizzazione di mercato di 53,347,484 Euro. 

Il prezzo di BNT l’anno passato ha lasciato sul campo il 98,49% del valore dal massimo storico di 22,19 Euro. 

Terra Luna

Terra cresce del 4,93% l’ultima settimana e di quasi il 4% nell’ultima giornata portandosi a 0,000149 Euro, la vetta dei 111,49 Euro a moneta è solo un ricordo oramai ma per Terra Luna non sventola di certo la bandiera bianca, tutt’altro. 

L’offerta in circolazione è di 6.008.634.801.370,936 di LUNA ma questa potrebbe cambiare in favore del valore del Token nel prossimo futuro.

La notizia per cui sia in building una task force per il recupero del valore di LUNC ha messo fascine nel camino della coin e la cosa è stata presa molto seriamente dagli investitori più attenti. 

Le balene intanto sono tornate a fare acquisti di LUNC proprio grazie alla strenua resistenza della community che vuole riportare il valore dell’ecosistema Terra Luna in auge nel 2023.

La seconda metà dello scorso anno intanto aveva introdotto il taglio dei costi tramite una tax burn on chain, che bruciava già al tempo l’1,2% di tutte le transazioni di LUNC.

Il taglio delle spese, la resilienza della community e la creazione di una task force sono tutti interventi che spingono il sentiment rialzista che cresce anche grazie alla diminuzione progressiva del circolante della valuta digitale. 

In prosecuzione con la direzione descritta prima anche Binance, la più grande piattaforma di scambio crypto al mondo ha adottato il burning sulle fees per quanto riguarda gli scambi del token. 

George Michael Belardinelli

Ex Corporate manager presso Carifac Spa e successivamente Veneto Banca Scpa, blogger e Rhumière, negli anni si appassiona alla filosofia e alle opportunità che l'innovazione e i mezzi di comunicazione ci mettono a disposizione, in fissa con il metaverso e la realtà aumentata

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.