Elon Musk batte il record mondiale per ‘la più grande perdita di patrimonio personale’
Elon Musk batte il record mondiale per ‘la più grande perdita di patrimonio personale’
News dal Mondo

Elon Musk batte il record mondiale per ‘la più grande perdita di patrimonio personale’

By Stefania Stimolo - 12 Gen 2023

Chevron down
Ascolta qui
download

Elon Musk ha battuto il nuovo record mondiale per ‘la più grande perdita di patrimonio personale della storia’, stimata da Forbes di 182 miliardi di dollari. In questo gennaio 2023, Musk scende in seconda posizione come uomo più ricco del mondo. 

Elon Musk e il nuovo guinness world record per la perdita di $182 miliardi di patrimonio 

Il famigerato Elon Musk ha conquistato un nuovo guinness world record per la più grande perdita della storia: ben $182 miliardi del suo patrimonio personale. 

“Elon Musk ha perso 182 miliardi di dollari di patrimonio personale dal 2021, la cifra più alta di chiunque nella storia…”

E infatti, mentre altri analisti stimano anche che la perdita tocchi i 200 miliardi di dollari, Elon Musk ha di fatto superato il record mondiale precedente raggiunto dall’investitore tech giapponese Masayoshi Son nel 2000, che ammontava a una perdita di “soli” 58,6 miliardi di dollari. 

Secondo le stime di Forbes, comunque, il patrimonio netto di Musk è sceso da 320 miliardi di dollari stimati nel 2021 a 138 miliardi nel gennaio 2023, in gran parte a causa della scarsa performance delle azioni di Tesla. 

Nonostante questo, Musk rimane ancora nella classifica degli uomini più ricchi del mondo di Forbes, anche se è sceso in seconda posizione, per far spazio a Bernard Arnault (Francia), fondatore del conglomerato di beni di lusso LVMH (Louis Vuitton Moët Hennessy), che ha un patrimonio netto stimato di 190 miliardi di dollari. 

Elon Musk e il calo delle azioni Tesla?

La maggior parte della fortuna di Elon Musk è legata alle azioni Tesla, il cui valore è crollato del 65% nel 2022. Non solo, l’allarmante declino si è accelerato dopo che Musk in ottobre avrebbe acquistato Twitter per circa 44 miliardi di dollari. 

In pratica, pare che l’acquisizione del social più il comportamento di Musk sulla piattaforma a sostenere la libertà di pensiero e di parola, avrebbe scatenato la più grande svendita di azioni Tesla dal 2010, anno in cui l’azienda è stata quotata. 

Eppure, Musk non sembra temere tale crollo. Anzi, di recente, ha condiviso un tweet in cui è visibile la situazione delle azioni Tesla comparate con il resto del mercato di settore

Stando al grafico, le performance di Tesla, seppur siano crollate, sono rimaste più alte rispetto ai competitors. 

Niente Dogecoin (DOGE) su Twitter

Un’altra notizia un po’ inaspettata è che Musk non avrebbe incluso la sua amata Dogecoin (DOGE), la memecoin per eccellenza, nel progetto Twitter Coins. 

“Twitter sta lavorando alla schermata di acquisto delle monete. Sul web, l’acquisto delle monete di Twitter avverrà tramite Stripe”

Niente Dogecoin o Bitcoin, al momento, a quanto pare sul fronte Web, le transazioni dovrebbero avvenire mediante Stripe.

Il progetto è parte di ‘Twitter: un’app per tutto’, un piano per fare business esposto da Musk, che coinvolge il social anche per il pagamento di contenuti ai loro creatori. 

Dato che nello stesso periodo anche Changpeng CZ Zhao, CEO di Binance, stava tenendo sessioni di AMA su Twitter anticipando come le crypto potrebbero essere integrate nel social, ci si aspetta che Twitter Coin coinvolga Bitcoin in primis, ma anche Dogecoin. 

Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.