Buone notizie per Sandbox: vendite record di terreni con la crypto SAND in netta ripresa
Buone notizie per Sandbox: vendite record di terreni con la crypto SAND in netta ripresa
Criptovalute

Buone notizie per Sandbox: vendite record di terreni con la crypto SAND in netta ripresa

By Alessia Pannone - 23 Gen 2023

Chevron down

Recenti e ottime notizie per il metaverso Sandbox: nelle ultime ore si è registrata una vendita record dei terreni e la sua crypto nativa, SAND, seppur dopo un periodo di incertezza, sembra essere in netta ripresa. 

Inoltre, il metaverso di Sandbox si è appena fatto strada nell’elenco degli smart contract più utilizzati tra i primi 100 ETH whale nelle ultime 24 ore. Tuttavia, viene da chiedersi se questo sia un indicatore del fatto che la rete del metaverso sta registrando una maggiore domanda oppure no. 

Ricordiamo che Sandbox è un metaverso community-driven, o per meglio dire una piattaforma online che riproduce una struttura simile al mondo reale. Ci sono, infatti, utenti che la popolano, territori da acquistare, luoghi da visitare e oggetti da utilizzare. La particolarità è che questo mondo virtuale è collegato alla blockchain di Ethereum e qualsiasi elemento digitale, compresi i personaggi, è considerato come un NFT che può essere creato, acquistato e scambiato.

Attenzione a Sandbox e alla sua crypto SAND: un importante flusso di valore 

WhaleStats ha recentemente confermato che The Sandbox ha ricevuto un’attenzione particolare dalle balene ETH nelle ultime 24 ore. Questo fattore è molto importante perché significa che la rete sta vivendo un importante flusso di valore e forse anche un afflusso di domanda per le sue offerte.

Tutto ciò viene confermato dall’account Twitter ufficiale di WhaleStats, in cui si legge: 

“Sandbox è ancora una volta tra gli smart contract PIÙ UTILIZZATI tra le prime 100 balene ETH in 24 ore.” 

Inoltre, in una nota correlata, The Sandbox ha anche pubblicato i suoi dati sulle vendite NFT immobiliari che rivelano un’impressionante crescita del 180% anno su anno. La piattaforma ha anche registrato vendite per circa 1,4 miliardi di dollari nello stesso periodo. 

La capitalizzazione del mercato fondiario di Sandbox è stata di $167 milioni, rendendola la terza più grande dopo Decentraland e Otherside. Come si legge, infatti, dall’account Twitter ufficiale di Sandbox: 

“Gli NFT immobiliari virtuali sono aumentati vertiginosamente con $ 1,4 miliardi di vendite e una crescita anno su anno del 180%. Sandbox vanta una capitalizzazione di mercato LAND di oltre 167 milioni di dollari su tutte le piattaforme metaverse, a dimostrazione del valore e del potenziale dei mondi virtuali nello spazio NFT.” 

È importante sottolineare che tutto ciò è avvenuto principalmente durante il mercato degli orsi. Le aspettative sono più alte soprattutto ora che il mercato delle criptovalute ha cambiato marcia a favore dei rialzisti.

Forse il rinnovato interesse delle balene ETH è un indicatore che sta già accadendo. Una panoramica dei volumi degli scambi NFT di The Sandbox conferma una buona performance negli ultimi sei mesi.

Sebbene SAND, la crypto nativa della piattaforma, abbia goduto di una buona domanda per quanto riguarda la terra e altri NFT sulla sua piattaforma, non è stato tutto roseo in altre aree. Ad esempio, la sua capitalizzazione di mercato è diminuita drasticamente negli ultimi sei mesi. Performance è più rappresentativa delle condizioni generali di mercato ribassista.

La capitalizzazione di mercato di Sandbox e la ripresa della crypto SAND 

La capitalizzazione di mercato di Sandbox, tuttavia, ha goduto di una sana ripresa nelle ultime tre settimane. Ciò si riflette sull’azione dei prezzi di SAND, la quale è in ripresa dall’inizio di questo mese. 

SAND è, infatti, attualmente, in aumento di quasi il 118% rispetto al suo minimo di 12 mesi. Ora si sta avvicinando alla media mobile a 200 giorni, ma è già ipercomprato. Inoltre, ci sono segnali che suggeriscono che potremmo iniziare ad assistere a una potenziale debolezza del trend rialzista. 

Ad esempio, l’offerta detenuta dagli indirizzi top ha visto un leggero aumento all’inizio di questo mese, ma è diminuita bruscamente dal 19 gennaio. Ciò suggerisce che i migliori indirizzi o balene stanno incassando dopo il recente rally.

Prima di allora, l’età media della moneta ruotava da metà mese, indicando che SAND stava passando di mano. In altre parole, più investitori sono stati tentati di prendere profitti, ma questo non è stato sufficiente per innescare un considerevole pullback.

Forse SAND può sostenere il rally ancora per un po’, soprattutto se gli sviluppi positivi e la domanda organica possono ricostituire il sentiment favorevole. Tuttavia, il rally potrebbe non durare a lungo, soprattutto ora che si trova al di sopra del range di ipercomprato.

La particolarità del metaverso Sandbox: tutto è in vendita 

Una peculiarità di The Sandbox è che tutto è in vendita. Sfruttando i SAND, infatti, all’interno del metaverso si possono acquistare gli NFT delle opere d’arte che si trovano nei musei virtuali, oppure vendere ad altri utenti gli oggetti creati con VoxEdit.
Ancora, si può prendere possesso di un LAND e costruirci sopra un’esperienza interattiva, mettendo un biglietto all’ingresso. Per acquistare gli NFT e le esperienze all’interno di The Sandbox basta andare sul marketplace integrato o sulla piattaforma OpenSea, dove sono in vendita anche i LAND. 

Le compravendite si effettuano tramite SAND, ma ovviamente il tutto è collegato anche al mondo reale, visto che i SAND possono essere convertiti in Euro, Dollari o altre valute.
Dunque, tutto è monetizzabile in qualche modo, anche le esperienze stesse. 

Si può a tal proposito, ad esempio, diventare delle guide turistiche, portando a spasso i nuovi utenti a fronte di una piccola mancia, oppure si possono insegnare le migliori tecniche di combattimento per i dungeon più ostici, offrire intrattenimento con qualche balletto e anche fare un po’ di role playing su qualche LAND dedicato.

Alessia Pannone

Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.