HomeCriptovaluteCrypto news sulle fluttuazioni di BNB coin: dallo scoppio del rallentamento al...

Crypto news sulle fluttuazioni di BNB coin: dallo scoppio del rallentamento al crollo successivo all’accordo DOJ-Binance

Crypto news: dopo l’annuncio dell’accordo tra il DOJ e Binance, il valore di BNB coin ha mostrato un improvviso aumento seguito da una successiva diminuzione. 

Nello specifico, il token BNB ha registrato la più significativa fluttuazione di mercato della giornata di ieri, evidenziata da un rally caratterizzato da volumi elevati, portando il suo prezzo a toccare un massimo di $271,90, il più alto degli ultimi cinque mesi. Vediamo di seguito tutti i dettagli. 

L’impatto dell’accordo con il DOJ: le imprevedibili variazioni del prezzo di BNB coin nel mercato crypto 

Come anticipato, il rialzo del prezzo di BNB coin (BNB) ha toccato il suo apice a $271,90, segnando un periodo di massimi di cinque mesi.

Tutto ciò accade contemporaneamente alla notizia del piano del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti di annunciare un accordo da 4,3 miliardi di dollari con Binance, ponendo fine al suo caso legale. 

Il Wall Street Journal ha inoltre riportato che Changpeng “CZ” Zhao, fondatore di Binance, avrebbe accettato di dimettersi dalla carica di CEO dell’exchange di criptovalute.

Poi, il fervore intraday di BNB, che ha raggiunto i massimi di cinque mesi, ha subito un rapido rovescio quando sono emerse ulteriori informazioni sull’accordo del DOJ con Binance.

Nonostante i dettagli precisi dell’accordo siano ancora in sospeso fino alla conferenza stampa del 21 novembre, i partecipanti al mercato crypto sembrano interpretare la fine della controversia legale di Binance con la Commodity Futures Trading Commission, la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti e il Dipartimento di Giustizia come un sviluppo positivo, con possibili impatti rialzisti sul mercato delle criptovalute.

Storicamente, infatti, i mercati crypto reagiscono in modo avverso alle azioni esecutive e alle prospettive di nuove regolamentazioni. 

Tuttavia, i dati di Coinglass indicano che, nelle ultime 24 ore, i volumi di BNB, l’open interest e il volume delle opzioni hanno registrato un aumento.

Nonostante il picco a $271,90 raggiunto il ier, il prezzo di BNB ha subito un ritracciamento significativo, suggerendo la persistenza della strategia di compravendita di notizie nel settore delle criptovalute.

Changpeng “CZ” Zhao accetta le dimissioni e si dichiara colpevole in un accordo da 4,3 miliardi con il DOJ USA

Di recente, il CEO di Binance, Changpeng “CZ” Zhao, ha concordato di dimettersi dalla sua posizione nel più grande exchange di criptovalute al mondo, ammettendo la sua colpevolezza per la violazione dei requisiti penali antiriciclaggio degli Stati Uniti nell’ambito di un accordo con il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti. 

Inoltre, Zhao si appresta a presentare la sua dichiarazione di colpevolezza davanti a un tribunale federale a Seattle e prevede di pagare una multa significativa per risolvere le accuse del DOJ.

Come anticipato, il rapporto del Wall Street Journal rivela che Binance, guidata da CZ, affronterà una multa di 4,3 miliardi di dollari, risolvendo simultaneamente le controversie con il Dipartimento di Giustizia e la Commodity Futures Trading Commission. 

Tuttavia, l’accordo non influisce sulla causa pendente con la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti, concentrandosi sulle accuse di violazioni della protezione degli investitori.

L’esito dell’accordo di Zhao con il DOJ ricorda il precedente caso contro i dirigenti di BitMEX, dove l’ex CEO, Arthur Hayes, si è dichiarato colpevole, ricevendo una condanna a due anni di libertà vigilata. 

L’accordo di Zhao, se da un lato gli consente di mantenere la sua quota di maggioranza in Binance, gli impedisce al contempo di ricoprire ruoli esecutivi futuri dell’azienda.

Alessia Pannone
Alessia Pannone
Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS