HomeSponsoredNon solo Bitcoin: è boom anche per queste criptovalute

Non solo Bitcoin: è boom anche per queste criptovalute

SPONSORED POST*

Continua a persistere il sentiment positivo nel mercato delle criptovalute, che vive un momento d’oro grazie anche a Bitcoin e alle notizie relative all’approvazione di un ETF spot su BTC, che si spera avvenga entro i primi mesi del 2024.

Bitcoin è sopra i $43.000 oggi, in continuo rialzo, e trascina con sé altre crypto che stanno dando il meglio di sé: Dogecoin, Pepe, Avalanche, Celestia, KuCoin Token sono alcune di quelle con le migliori performance. 

Diamo un’occhiata anche a progetti che appaiono promettenti, come Bitcoin ETF, che offre un accesso indiretto all’approvazione degli ETF spot su BTC, e Meme Kombat, che mette insieme IA, divertimento e una doppia possibilità di guadagno.

Dogecoin compie 10 anni e va al rialzo

Dogecoin compie 10 anni: ne ha fatta di strada la meme coin ispirata al cane Shiba Inu e che voleva essere il “Bitcoin popolare”. DOGE di recente è riuscito a superare il livello di resistenza a $0,088076, toccando l’apice da metà aprile.

Scambiato oggi a $0,10 (prima volta a superare questo livello in 12 mesi), è in crescita del 15,67% nelle 24 ore, di oltre il 27% nell’ultima settimana e di ben oltre il 41% nell’ultimo mese. Questa performance è correlata all’aumento del volume di scambi, che è salito del 93%.

Sembra quindi che il momento sia propizio per investire in un asset che sta interessando anche i grandi investitori, molti dei quali spostano i loro wallet facendo accrescere i capitali.

Pepe Coin in netta ripresa

PEPE non ha vissuto bei momenti di recente, in parte perché ha ormai esaurito le possibilità di crescita e in parte a causa di eventi che ne hanno comportato una rovinosa caduta di valore. In questo momento, però, sembra essere in netta ripresa.

Oggi scambiato a $0,000001555, è a +13,11% nelle 24 ore, +42% nei 7 giorni e ben +31% nell’ultimo mese, dimostrando quindi che ha ancora la forza di ripartire, grazie all’apporto di Bitcoin e delle notizie che possono incidere su tutto il mercato in maniera positiva.

Avalanche (AVAX) chiude novembre in crescita

AVAX ha dato grande prova di sé a novembre, mese che ha chiuso con una crescita pari all’87%: oggi scambiato a $25,92, vede una crescita molto importante, del 17% nelle 24 ore, ma di circa il 100% nell’ultimo mese.

In grande salita, Avalanche è cresciuto di oltre il 91% in un anno, aumentando il suo market cap di quasi il 18%, cosa che lo ha fatto salire al decimo posto nella classifica generale delle criptovalute, secondo CoinMarketCap.

Celestia continua la sua salita

Celestia è un progetto blockchain che vuole surclassare Ethereum o Solana, grazie alle sue funzioni modulari, in grado di adattarsi a una grande quantità di utenti. La sua crypto nativa, TIA, sta risalendo a partire dallo scorso fine settimana, in netta crescita.

Oggi scambiata a $9,77, è a +15% nelle 24 ore, +54,12% nell’ultima settimana e un sorprendente 365% nell’ultimo anno. Questo aumento di valore è dovuto non solo all’hype ma anche all’aumento del volume, in salita di oltre il 57%, il 40% del quale proviene da Binance, l’exchange più grande del mondo. 

KuCoin Token in rialzo 

KuCoin Token è la coin dell’omonimo exchange, ovvero un token ERC-20, che viene usato per le operazioni di compravendita interne alla piattaforma e che conferisce, ai suoi possessori, dei vantaggi.

Da ieri è in netta ripresa, salito a $9,58 oggi, con un aumento di oltre il 19% nell’ultima settimana e di oltre il 75% nell’ultimo mese. In seguito alla bufera di Binance, molti utenti potrebbero passare al suo sistema ibrido, vista la poca trasparenza che ha caratterizzato i CEX negli ultimi tempi, per cui è da tenere d’occhio. 

Oltre a questi token in salita, ci sono alcuni progetti che appaiono molto promettenti: Bitcoin ETF si concentra sulle varie tappe degli ETF spot su Bitcoin, dall’approvazione al lancio; Meme Kombat unisce il divertimento di una meme coin alla possibilità di guadagnare con lo stake-to-earn e le scommesse su eventi virtuali.

Bitcoin ETF, l’accesso indiretto agli ETF spot su Bitcoin

La prevendita di Bitcoin ETF Token va molto veloce, infatti ha abbondantemente superato $2,7 milioni, con un BTCETF, token nativo del progetto di tipo ERC-20, che al momento costa $0,0064, una cifra che aumenterà nelle fasi successive e fino a $0,00680000, nel momento del listing sugli exchange. 

Il progetto nasce per offrire un accesso indiretto agli ETF spot, con una roadmap che prevede il raggiungimento di cinque traguardi, per ognuno dei quali ci sarà il burning del 5% del 25% dell’offerta totale di BTCETF, insieme alla diminuzione delle fee sulle transazioni di vendita, dal 5% e fino al totale azzeramento.

Come è facile da dedurre, il progetto destina il 100% della sua offerta alla community, un aspetto molto importante, che va a costituire una solida base futura e che permette a Bitcoin ETF di avere maggiori possibilità di diventare virale.

Sulla pagina ufficiale di Bitcoin ETF è possibile consultare una sezione dedicata alle ultime novità relative agli ETF spot su Bitcoin, così che gli investitori possano restare sempre aggiornati.

Un’altra possibilità di guadagno offerta è il meccanismo di staking, che consente ai detentori di BTCETF di ottenere un introito passivo. Per partecipare alla prevendita di BTCETF basta visitare il sito ufficiale del progetto, collegare il proprio crypto wallet e pagare con ETH, USDT, BNB o MATIC o ancora usare una carta bancaria. 

Ci sono buone probabilità per il token di fare più di 10x nel momento del listing, se l’approvazione degli ETF spot su BTC avverrà, come si spera, entro i primi mesi del 2024.

Meme Kombat

MK, token nativo di Meme Kombat, è attualmente in prevendita al costo di $0,225 e ha superato il traguardo di $2,5 milioni, dimostrando di aver fatto centro con l’idea di mettere insieme le scommesse, lo staking, l’IA e le battaglie virtuali.

Con lo stake-to-earn, infatti, gli utenti possono ottenere introiti passivi bloccando i token MK ma è possibile anche scommettere, tramite una delle tre modalità disponibili, sugli scontri virtuali creati dall’intelligenza artificiale, e che vendono combattere i personaggi diventati noti grazie alle meme coin, come Pepe The Frog o Sponge.

L’APY attuale è pari all’330%, un valore che va a diminuire ma che si mantiene comunque interessante per gli staker; in più, il progetto provvede a mettere subito i token MK in stake automatico, quindi i primi investitori non devono attendere il termine della prevendita per ottenere le prime entrate passive.

Meme Kombat punta a introdurre vari aggiornamenti del gameplay nel corso del tempo, volti a fidelizzare gli utenti, e a lanciare le stagioni 1 e 2, per aumentare il divertimento dei giocatori.

Probabilmente questi fattori, uniti al sentiment generale che caratterizza il mercato, faranno sì che il progetto diventi virale e che MK possa crescere di valore nel momento del listing.

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti
Massimo De Vincenti
Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS