HomeCriptovaluteLa storia più importante delle criptovalute nel 2023

La storia più importante delle criptovalute nel 2023

La storia più importante delle criptovalute nel 2023 non è stata il gruppo di attori di Wall Street come BlackRock, Fidelity, VanEck e altri che hanno richiesto l’approvazione della SEC per offrire un ETF Bitcoin spot, che seguirebbe il prezzo di mercato. 

Non è stato Bitcoin Ordinals, asset digitali incisi su un satoshi, a dare vita a un fenomeno NFT in letargo e a causare controversie nell’industria del Bitcoin.  

Non è stato Silvergate Capital a ridurre le operazioni. Neppure Signature Bank è stato chiuso per regolamentazioni. Nemmeno Silicon Valley Bank (SVB) è andato in bancarotta. 

Piuttosto, la storia più importante delle criptovalute è stata il prezzo del Bitcoin stesso. 

Bitcoin è salito da oltre $5.000 durante l’inizio della pandemia a quasi $68.000 nel novembre 2021, che rappresenta il prezzo più alto mai raggiunto da Bitcoin. Fino all’inizio del 2023, la serie di aumenti dei tassi della Federal Reserve ha frenato l’andamento del prezzo di Bitcoin. Nel corso del 2022, l’asset ha subito un mercato ribassista, scendendo di oltre il 65% poiché i tassi più alti della Federal Reserve hanno danneggiato l’intero mercato delle criptovalute. Importanti hedge fund e prestatori di criptovalute hanno chiuso i battenti, e FTX ha chiuso i battenti.

Il 1 gennaio 2023, Bitcoin ha aperto l’anno a circa $16.620. Lo stesso mese, ha raggiunto i $21.000, corrispondendo al suo prezzo nel giorno in cui FTX ha iniziato il suo declino verso il fallimento. Mentre ciò si svolgeva, il 7 e 8 novembre 2022, Bitcoin è diminuito di prezzo del 22% in meno di un giorno. 

Entro febbraio 2023, Bitcoin aveva già registrato guadagni superiori al 70%, stabilendo facilmente il ritmo davanti a tutti gli altri asset principali. Si diceva che Bitcoin avesse attirato l’interesse sia degli investitori al dettaglio che delle balene. 

Il 21 giugno, Bitcoin ha registrato un’impennata sulla notizia che BlackRock aveva pianificato di lanciare un fondo negoziato in borsa (ETF) basato su Bitcoin. Il Wall Street Journal ha riportato che nella stessa settimana EDX Markets (Citadel Securities), Fidelity e Schwab avevano iniziato ad esplorare un ETF su Bitcoin.

Bitcoin è quindi salito a quasi $35.000, il punto più alto dell’oro digitale in quasi 18 mesi. Questo era più del doppio del prezzo visto all’inizio del 2023. Il 4 dicembre, Bitcoin ha superato i $42.000, raggiungendo un massimo di 20 mesi grazie alle aspettative di taglio dei tassi di interesse negli Stati Uniti e all’approvazione di un fondo bitcoin negoziato in borsa.

Bitcoin aveva più del doppio e mezzo del suo prezzo del Capodanno entro l’inizio di dicembre. Al momento della scrittura, il prezzo di Bitcoin era di $43,713. Superando la maggior parte, se non tutti, gli asset principali dell’anno. Ad esempio, l’oro ha iniziato l’anno a $1,823 ed è $2,007 al momento della scrittura. 

Cosa possiamo aspettarci dal prezzo del Bitcoin nel 2024? 

L’impressionante anno 2023 di Bitcoin arriva proprio prima del quarto halving di Bitcoin, previsto per il 18 aprile 2023. Questo ridurrà la ricompensa per blocco di Bitcoin da 6,25 bitcoin a 3,125. Si prevede che ciò diminuirà l’offerta ed è spesso associato ad aumenti di prezzo nei mesi successivi a questi eventi. Infatti, nel mese successivo ai tre halving precedenti, il prezzo di Bitcoin è aumentato in modo affidabile. 

Inoltre, l’ottimismo riguardo all’approvazione di un ETF Bitcoin da parte della SEC continuerà sicuramente a guidare il prezzo. Un ETF Bitcoin renderebbe più facile per il pubblico in generale ottenere esposizione a Bitcoin, creando così un pool più ampio di investitori in Bitcoin.

In linea con questo, nell’aprile 2023, il capo della ricerca sugli asset digitali di Standard Chartered, Geoff Kendrick, ha previsto che Bitcoin potrebbe raggiungere i $100.000 entro la fine del 2024, dichiarando così la fine dell'”inverno cripto”. La ragione? Il tumulto nel settore bancario e la stabilizzazione degli asset a rischio mentre la Federal Reserve degli Stati Uniti termina il suo ciclo di aumento dei tassi.

“Nonostante le fonti di incertezza rimangano, pensiamo che il percorso verso il livello di 100.000 USD stia diventando più chiaro”, ha scritto Kendrick.

Kendrick ha poi aggiornato la sua previsione, suggerendo che Bitcoin potrebbe raggiungere i $50.000 quest’anno e $120.000 entro la fine del 2024, sostenendo che un aumento del prezzo di Bitcoin “incoraggerebbe i minatori di bitcoin a accumulare più dell’offerta”. L’andamento del prezzo di Bitcoin, quindi, potrebbe essere anche la grande storia del 2024 per le criptovalute. 

Kadan Stadelmann

Kadan Stadelmann è uno sviluppatore di blockchain, esperto di sicurezza operativa e chief technology officer di Komodo Platform. La sua esperienza spazia dal lavoro nella sicurezza operativa nel settore governativo al lancio di startup tecnologiche, allo sviluppo di applicazioni e alla crittografia. Kadan ha iniziato il suo percorso nella tecnologia blockchain nel 2011 e si è unito al team di Komodo nel 2016.

RELATED ARTICLES

MOST POPULARS