HomeCriptovaluteCorea del Sud propone il ban sull’acquisto di crypto con carte di...

Corea del Sud propone il ban sull’acquisto di crypto con carte di credito

La Commissione per i Servizi Finanziari della Corea del Sud ha proposto il divieto di utilizzare le carte di credito per acquistare le crypto. L’obiettivo generale è quello di limitare i trader crypto di accedere agli exchange esteri. 

Corea del Sud e la nuova proposta di ban sull’acquisto di crypto con carte di credito

Il principale regolatore finanziario della Corea del Sud, la Financial Service Commission (FSC), ha proposto oggi un emendamento alla legge sul finanziamento del credito. Si tratta di una proposta che vede il ban dell’utilizzo di carte di credito per l’acquisto di crypto. 

“La Corea del Sud propone il divieto di pagamento con carta di credito per le criptovalute”

In pratica, il FSC della Corea del Sud sembra essere preoccupato per il deflusso illegale di fondi nazionali, il riciclaggio di denaro e l’incoraggiamento di comportamenti speculativi, al punto di decidere di fare qualcosa. 

Ecco che come soluzione, arriva dunque la proposta di proibire ai cittadini locali l’acquisto di crypto tramite carte di credito.

In questo modo, i crypto trader sudcoreani saranno limitati ad accedere su exchange esteri, e il governo può tenere più sotto controllo i flussi di denaro. 

Corea del Sud e la votazione della proposta contro l’utilizzo di carte di credito per comprare crypto

Al momento, si tratta dunque di una proposta del FSC che dovrà sottoporsi al processo di votazione, prima di diventare legge. 

E infatti, pare che l’autorità di vigilanza abbia deciso di raccogliere i feedback del pubblico in merito alla sua proposta, fino al 13 febbraio. 

Dopo tale data, la proposta dovrebbe essere rivista e poi votata, con l’obiettivo di essere attuata nella prima metà del 2024.

Tale proposta vuole sottolineare un emendamento del 2021 alla legge sulla rendicontazione finanziaria sudcoreana, dove si evince che gli utenti crypto devono operare utilizzando conti di deposito e prelievo sugli exchange locali. 

Nello stesso tempo, anche le piattaforme di trading locali devono intraprendere rigorosi preparativi per la concessione di licenze, per fornire servizi da fiat a cripto, tra cui la garanzia di una partnership con una banca locale.

L’incontro col Presidente della SEC degli USA

Il mese scorso è trapelata la notizia che Lee Bok-hyeon, governatore del Financial Supervisory Service (FSS) della Corea del Sud, parteciperà a un incontro storico col Presidente della Securities and Exchange Commission degli USA, Gary Gensler. 

Tale incontro dovrebbe avvenire in questo primo mese dell’anno 2024, e mira ad affrontare le sfide emergenti del panorama crypto. 

Nello specifico, pare che l’obiettivo sarà sincronizzare programmi e agende specifiche per rafforzare la cooperazione tra i due organismi di regolamentazione. 

Ecco perché si prevede che le discussioni si concentreranno sull’evoluzione normativa sulle criptovalute, sottolineando il ruolo critico che i due organismi dovranno avere per tutelare i consumatori, offrendo un ambiente sicuro per tutti gli investitori crypto. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS