HomeNFTNFT Art: il documentario sulla storia dei CryptoPunk “What the Punk!” è...

NFT Art: il documentario sulla storia dei CryptoPunk “What the Punk!” è già online

In questa settimana è uscito “What the Punk!”, il nuovo documentario di 80 minuti in cui si racconta la storia dei celebri CryptoPunk e dei pionieri della crypto e NFT Art. 

NFT Art con “What the Punk!”: 80 minuti di documentario sulla storia dei CryptoPunk

L’11 giugno 2024 è stato lanciato “What The Punk!”, un documentario di 80 minuti che esplora la straordinaria storia dei CryptoPunk e la nascita della vibrante scena della NFT Art. 

“IMPORTANTE, Abbiamo deciso di utilizzare Vimeo OTT per soddisfare rapidamente le aspettative della comunità e non farvi aspettare oltre. In questo modo sosterremo anche la partecipazione del nostro film ai festival. Una forte affluenza di pubblico ci aiuterà a ottenere contratti di streaming. Grazie per il vostro sostegno!”

“Guardatelo ORA su ARTE (Francia e Germania) o su VIMEO OTT (versione inglese) per 5,99$ o 9,99$ per l’acquisto”

“What the punk!” è stato realizzato direttamente con la partecipazione dei creatori dei CryptoPunk, Matt Hall e John Watkinson. Racconta di questo viaggio senza precedenti: da un candido esperimento di blockchain ai più prestigiosi musei e case d’asta del mondo.

In pratica, la storia narra di questo mondo quasi surreale in cui artisti incredibilmente creativi si destreggiano tra le complessità dei grandi speculatori e dei truffatori digitali.

I CryptoPunk hanno scosso il mondo dell’arte, innescando una rivoluzione artistica e una tempesta speculativa di enormi proporzioni. 

NFT Art: i CryptoPunks raccontati nel nuovo documentario “What The Punk!”

Il nuovo documentario sulla NFT Art ha visto la sua uscita internazionale su VIMEO OTT per un periodo limitato di 3 mesi, e su ARTE per Francia e Germania.

Per l’Europa il lancio di “What The Punk!” è avvenuto in concomitanza con ART BASEL 2024, al Kult Kino Cinema, durante il Digital Art Mile, un nuovo format di fiera d’arte digitale a Basilea.

ARTE descrive la trama del film sui CryptoPunk come segue:

“Nel 2017, due sconosciuti programmatori si sono divertiti ad armeggiare con un algoritmo. Il risultato è stato una collezione di 10.000 personaggi pixelati con un look old-school a 8 bit, i CryptoPunk, che hanno poi offerto gratuitamente tramite blockchain. Chi l’avrebbe mai detto che solo tre anni dopo sarebbero valsi miliardi di dollari.”

Dietro “What The Punk!”, c’è il regista Hervé Martin Delpierre che, in generale, si dedica a dirigere documentari che rivelano la sua passione per le tendenze artistiche e culturali del XXI secolo. Il suo film più importante è “Daft Punk Unchained”, l’unico esistente sulla più famosa band elettronica, ed è stato venduto in più di 80 Paesi.

Le vendite della collezione CryptoPunk

I CryptoPunk continuano ad essere in testa alla classifica degli NFT più venduti, rendendo anche Ethereum, la blockchain su cui sono sviluppati, la prima in termini di volumi. 

Per fare un esempio, lo scorso aprile 2024, il CryptoPunk NFT #635 è stato venduto alla modica cifra di 4000 ETH, l’equivalente in quel momento di 12,4 milioni di dollari. 

Guardando le vendite più recenti, come ad esempio di venerdì 14 giugno 2024, i prezzi di vendita dei CryptoPunk NFT rimangono nel range di 28-50 ETH. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS

GoldBrick