Coinbase ha annunciato il listing di ZRX. Coinbase Pro ha iniziato a supportare questo token l’11 ottobre. Un dettaglio degno di nota è che questo è il primo token ERC20 supportato da Coinbase.

Read this article in the English version here.

Tuttavia, il supporto non include tutti gli utenti, per ora. Sul suo blog, Coinbase ha sottolineato, infatti, che il trading di ZRX “inizialmente non sarà disponibile per i residenti del Regno Unito o dello stato di New York“.

Tali procedure sono da aspettarsi in quanto il nuovo processo di listing dell’exchange aggiunge nuovi asset, giurisdizione per giurisdizione. Questo approccio aiuta a velocizzare il listing delle criptovalute sull’exchange senza incorrere in problemi giuridici.

Il prezzo del token sembra aver reagito con una crescita sostanziale al listing. Al momento, Coinmarketcap registra un guadagno del 27%.

Una scelta interessante

ZRX è il token di 0x, un progetto per offrire un exchange decentralizzato come parte della blockchain di Ethereum. Il sistema utilizza smart contract di ETH per offrire un exchange trustless sulla blockchain nel tentativo di risolvere le inefficienze degli exchange decentralizzati.

Recentemente Coinbase ha acquisito l’exchange decentralizzto Paradex, che a prima vista potrebbe spiegare la decisione di listare il token ZRX.

Eppure, come sottolineato da DIAR, le cose non sono così facilmente spiegabili:

“0x è diventato il protocollo di front-running preferito dai team di sviluppo che costruiscono applicazioni finanziarie decentralizzate. Ma il token stesso, ZRX, che è stato aggiunto a Coinbase la settimana scorsa, non soddisfa attualmente alcuna esigenza. La cosa più evidente e persino contraddittoria al listing è il fatto che l’acquisto da parte di Coinbase dell’exchange decentralizzato 0x Paradex ha optato contro l’uso del token per il pagamento delle commissioni, uno dei possibili casi d’uso. E anche il caso d’uso primario come token di governance è insufficiente, dato che la struttura deve ancora essere stabilita dal team”.