Il progetto di tracciamento dei diamanti su blockchain di De Beers è iniziato diversi mesi fa, ed ora la società trova un alleato.

Read this article in the English version here.

Si tratta della russa Alrosa, un gruppo di compagnie minerarie che si occupano di esplorazione, estrazione, produzione e vendita di diamanti.

Alrosa è il leader mondiale nel settore dei diamanti per volume prodotto, con il 27% dell’estrazione globale, ed è anche la principale azienda del settore in Russia, con il 95% della produzione di diamanti del Paese.

La piattaforma di De Beers si chiama Tracr ed è stata realizzata in collaborazione con vari stakeholder del settore. Alrosa si unirà al progetto per creare una piattaforma blockchain dedicata all’industria globale dei diamanti.

Di fatto ora i due principali produttori mondiali di diamanti lavorano a questa piattaforma, con l’obiettivo di fornire maggiori garanzie ai consumatori e agli operatori del settore, in merito alla provenienza e all’autenticità dei loro diamanti.

Bruce Cleaver, CEO di De Beers Group, ha dichiarato: “Per fornire una tracciabilità reale, i diamanti devono essere tracciati dal loro punto di produzione. Siamo lieti che Alrosa abbia aderito al progetto pilota Tracr, poiché gli sforzi collettivi dei due principali produttori mondiali di diamanti permetteranno di monitorare la maggior parte dei diamanti del mondo nel loro viaggio dalla miniera alla vendita al dettaglio”.

Sergey Ivanov, CEO di Alrosa, ha aggiunto: “La tracciabilità è la chiave per l’ulteriore sviluppo del nostro mercato. Aiuta a garantire la fiducia dei consumatori e colmare le lacune informative, consentendo alle persone di godersi il prodotto senza alcun dubbio su questioni etiche o sintetiche non divulgate. Alrosa è lieta di partecipare alla sperimentazione di Tracr, insieme ad altre soluzioni di mercato. Riteniamo che il tracciamento richieda cooperazione industriale e complementarietà per il bene di un obiettivo comune”.

Secondo Jim Duffy, General Manager di Tracr, l’obiettivo è quello di arrivare a collaborare con tutti i player del settore per garantire ai clienti finali una piattaforma completa che fornisca la certezza che i diamanti registrati siano naturali e provenienti da zone senza conflitti, secondo le norme del Kimberley Process Certification Scheme, del World Diamond Council System of Warranties e del Responsible Jewellery Council Code of Practices.