La 49a settimana dell’anno apre con oltre il 60% delle criptovalute in territorio negativo. Per trovare un rialzo degno di nota, bisogna scivolare sino alla 36a posizione occupata da Waves. Anche oggi, infatti, continua a salire il prezzo della crypto Waves.

Read this article in the English version here.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/WAVESUSD/

Si tratta di una scalata che segna oltre il 70% dai valori toccati a fine novembre, attestandosi tra le migliori cinque criptovalute anche su base settimanale con una performance superiore al 50%. Gli acquisti sulla crypto Waves tornano infatti dopo aver visto le quotazioni tornare ai livelli di maggio 2017, perdendo oltre il 94% dai massimi di fine 2017.

Tra i più datati token elencati su Coinmarketcap, il progetto Waves è stato lanciato nell’aprile 2016 raccogliendo oltre 30.000 bitcoin per un controvalore di oltre 16 milioni di dollari.

La piattaforma decentralizzata offre ai possessori di Waves la possibilità di lanciare token personalizzati anche senza nessun know-how tecnologico, per facilitare il commercio di beni digitali e fisici.

Con oltre 1 milione di transazioni al secondo, come dichiarato dal team capitanato dal fisico russo Sasha Ivanov, si attesta tra le migliori e più performanti blockchain attualmente utilizzate.

Nonostante il periodo poco felice, oggi Waves vede moltiplicare oltre otto volte il suo valore dal prezzo del lancio ICO.

Con 352 milioni di dollari ed il lancio di solamente 51 nuove ICO, il mese di novembre chiude con la raccolta più bassa da inizio anno.

Anche il numero delle criptovalute quotate torna a scendere. Dopo aver sfiorato le 2100 crypto ad inizio novembre, l’ultimo mese dell’anno apre con 2073 criptovalute elencate da Coinmarketcap.

Lo scorso anno il mese di novembre registrò un lieve calo della raccolta dopo i due precedenti mesi di settembre ed ottobre, prima di assistere all’esplosione avvenuta a dicembre con 91 nuove ICO che portarono a raccogliere oltre 1.778 milioni di dollari.

Per il resto, nella top 20, solamente Ethereum Classic (ETC) riesce a colorarsi di verde salendo oltre il 3% dai livelli di ieri mattina.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/BTCUSD/

Bitcoin (BTC)

Il rimbalzo avvenuto tra martedì e giovedì (27-29 nov) della scorsa settimana non trova le giuste conferme utili a far tornare nuovi acquisti. Dopo aver superato i 4400 dollari nella giornata di giovedì 29 novembre ed aver scaricato gli indicatori di ipervenduto, i volumi si sono sgonfiati portandosi dietro anche i prezzi tornati a testare la soglia tecnica e psicologica dei 4000 dollari.

Nelle prossime ore sarà decisiva la tenuta di questo livello per valutare la consistenza di questo rimbalzo. Nel caso di un affondo sotto i 3900 dollari tornerebbero a prevalere le vendite aumentando le probabilità di allunghi sotto i 3600 dollari.

Solamente un ritorno sopra i 4400 dollari farà tornare nuovi acquisti.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/ETHUSD/

Ethereum (ETH)

Il fallimento del consolidamento sopra i 120 respinge nuovamente i prezzi in area 110 dollari.

L’indebolimento della struttura tecnica di breve periodo trova in area 108-110 dollari lo spartiacque tra acquisti e vendite. Un ribasso sotto questi livelli solleciterà il ritorno degli Orsi sostenuti anche da volumi diminuiti negli ultimi giorni ma ben soliti sopra la media dell’ultimo anno.

Al contrario, il ritorno dei prezzi sopra area 130 dollari darà nuovo slancio ai Tori rimasti timorosi.

Previous articleWired Trends Money: “Bitcoin è come un tulipano virtuale”
Next articleBitcoin: più di un milione di iscritti su Reddit
Federico Izzi
Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo