Bitcoin Cash SV (BSV), ovvero quello definito Satoshi’s Vision, nasce come un progetto fortemente sbilanciato in favore dei grossi miner, quindi ci si aspetterebbe che il mining dei BSV fosse molto profittevole.

Read this article in the English version here.

Invece, secondo i dati di coin.dance, è addirittura meno profittevole del mining dei classici bitcoin (BTC).

Il rapporto tra la redditività del mining di Bitcoin Cash (BCH) e Bitcoin (BTC) è più o meno alla pari, mentre invece quello tra BSV e BTC vede la nuova criptovaluta in netto svantaggio.

Non è pertanto un caso che i miner di Bitcoin Cash SV siano ancora molto pochi, mentre quelli di BTC o BCH siano molti di più.

Anzi, in questo momento se i miner di BSV decidessero di spostare il proprio hash power sulle altre valute ci guadagnerebbero di più.

Il fatto è che negli obiettivi iniziali del progetto di Craig Wright e Calvin Ayre c’era proprio quello di attrarre i grandi miner con un protocollo che sembrava favorirli rispetto a quello delle altre criptovalute.

Avevano addirittura ipotizzato che questo vantaggio avrebbe finito per sottrarre miner alla rete BCH facendo letteralmente estinguere Bitcoin Cash ABC.

Invece non solo per ora sembrerebbe essere accaduto il contrario, ma ad oggi di fatto ai miner non conviene estrarre BSV.

L’hash rate di BSV oramai è più o meno pari a quello di BCH, e l’algoritmo di hashing è lo stesso: la differenza però la fanno i costi di estrazione, decisamente più elevati per Bitcoin SV.

In questo momento quindi conviene minare BCH o BTC, mentre invece non conviene minare BSV, perchè i costi elevati del mining ne riducono la profittabilità.

Per calcolare eventualmente i costi del mining delle varie criptovalute è possibile utilizzare il servizio WhatToMine.com, in cui però BSV non è ancora presente (mentre invece ci sono sia BCH che BTC). Inserendo i dati del proprio impianto è possibile calcolare quanto si può guadagnare con il mining delle singole criptovalute.

I calcoli effettuati da coin.dance invece sono generici, e riguardano solo il rapporto in percentuale tra la profittabilità del mining di queste tre criptovalute.