La misteriosa morte del CEO di QuadrigaCx, Gerald Cotten, a cui è seguita la richiesta di procedura concordataria da parte del suo exchange, ha causato molta turbolenza nel mondo crypto e così Jesse Powell, CEO di Kraken, si è offerto per assistere la polizia canadese nelle indagini.

Read this article in the English version here.

L’offerta del CEO di Kraken nasce dalle misteriose circostanze relative alla morte di Cotten e dal fatto che l’exchange canadese abbia perso gran parte delle chiavi di accesso ai conti per la sua sparizione.

Morte CEO QuadrigaCX kraken

Questo è apparso sospetto a Powell che si è offerto di testimoniare sulla questione, anche perché a Kraken sono noti migliaia di indirizzi di clienti di QuadrigaCX e questo potrebbe aiutare notevolmente nelle indagini. Non è detto poi che il suo esempio non venga seguito dai CEO di altri exchange, desiderosi di tutelare l’immagine di tutto il settore.

La morte di Cotten è per lo meno sospetta: malato di una malattia cronica nota come il morbo di Crohn che colpisce l’apparato intestinale, il CEO si è recato in India per delle cure, subcontinente noto per essere sede di numerose malattie gastroenteriche di cui è facile cadere vittime, perfino da sani. Ecco quindi che le cose già iniziano ad essere sospette.

Il CEO Gerald Cotten dunque muore in loco senza lasciare una copia delle chiavi dei wallet a qualcuno di sua conoscenza. Tra l’altro l’India è nota essere anche una nazione dove è piuttosto semplice acquistare un certificato di morte, permettendo così di fingere la propria sparizione e anche il programma del canale Discovery Science, “Scam City”, ha certificato il fenomeno dei falsi certificati di morte in alcuni video presenti su Youtube.  

Altro fatto curioso, che se non altro denota una particolare disattenzione, è che il comunicato con cui QuadrigaCX piangeva la morte del suo CEO sia stato sostituito da quello con cui si comunica la richiesta di procedura fallimentare, come facilmente testabile direttamente cliccando sul tweet che ne comunicava la morte.

Un caso complesso che ha portato a perdite in valute virtuali attualmente dell’ordine dei 250 milioni di dollari canadesi, ovvero circa 165 milioni di euro. Tramite gli indirizzi dei wallet di criptovalute fornibili da Kraken sarà possibile forse monitorare eventuali movimenti sospetti effettuati da chi si è impossessato delle chiavi o dallo stesso, redivivo, Cotten.