Pochi giorni fa si è verificata una transazione Ripple che ha spostato $ 302 milioni in XRP, probabilmente per un tentativo di pump and dump su XRP.

Read this article in the English version here.

La transazione è avvenuta da diversi depositi di garanzia (escrow account) ad un destinatario sconosciuto e nel memo della transazione si leggeva il messaggio “Crawl… Walk… Run…”.

Le crypto e anche Ripple non sono infatti esenti da transazioni di pump and dump.

L’anno scorso 535 milioni di dollari in XRP sono stati venduti da Ripple a diversi acquirenti tra cui istituzioni ed exchange, ma questa serie di vendita di XRP è sospetta e potrebbe essere un tentativo di pump del prezzo di XRP per poi fare dump.

Tutto questo è possibile perché Ripple detiene il 60% del totale degli XRP in circolazione e questa è una motivazione valida per indicare che l’intero progetto sia centralizzato e, dato che il team ha il potere di manipolare l’intero mercato, può influenzare il trend dei mercati crypto.

Molti della comunità crypto, infatti, vedendo questa ultima transazione Ripple sospettano che si sia fatta una manovra di pump e dump correttiva sul mercato e quindi manipolando il mercato.