CreativitySafe è una soluzione che consente di proteggere il diritto d’autore e la proprietà intellettuale grazie alla blockchain.

Read this article in the English version here.

La piattaforma web prevede solo due passaggi per proteggere un’opera di ingegno: caricare i file e richiedere la certificazione. Quest’ultima viene fornita grazie ad un hash verificabile registrato per l’appunto sulla blockchain di Bitcoin.

CreativitySafe si propone quindi come una risposta semplice, economica e innovativa alle esigenze dei creativi ed è una soluzione pensata e sviluppata da creativi per creativi, basata sulla blockchain di Bitcoin, inviolabile, decentralizzata ed economica.

Il panorama delle soluzioni già disponibili in Italia per proteggere la proprietà intellettuale è variegato, e comprende anche soluzioni tradizionali come la SIAE, l’EUIPO (European Union Intellectual Property Office), o escamotage come la raccomandata postale. Si tratta però spesso di soluzioni o costose, o inadeguate per far fronte a tutte le esigenze di protezione dei creativi.

Infatti, spesso la creatività non si risolve in un singolo atto, ma anzi l’opera necessita di diverse elaborazioni intermedie che richiedono a loro volta protezione. La documentazione di questo percorso creativo richiede quindi la costruzione di una sorta di dossier probatorio, che non risulta sempre di facile realizzazione.

A tal proposito l’avvocato Massimo Maggiore, Presidente CDA & Founder di CreativitySafe, ha dichiarato:

“CreativitySafe intercetta i bisogni dei creatori dando una risposta moderna ed economicamente competitiva. La fluidità delle creazioni intellettuali oggi è tale da richiedere una tecnologia che possa essere utilizzata come strumento agile e affidabile di controllo della circolazione della creatività. La blockchain è quella tecnologia e CreativitySafe è la risposta più efficace a questo bisogno”.

Marcello Esposito, CEO & Founder di CreativitySafe, ha aggiunto:

“La blockchain rappresenta il registro perfetto per certificare i diritti di proprietà intellettuale nell’universo globalizzato del web, come il Domesday Book lo fu nell’anno 1000 per la proprietà terriera in Inghilterra. Scritto nel linguaggio universale della matematica, senza bisogno di istituzioni che ne garantiscano l’autenticità e l’imparzialità, è praticamente eterno. Ma registrare un diritto non basta per garantirlo. È necessario offrire strumenti di tutela e un ecosistema di servizi che consentano ai freelance e ai piccoli operatori di farsi valere. Registrazione delle idee più rilevanti, preparazione in tempo utile di un dossier-prova d’autore, vetrina delle idee, offerta di servizi di tutela legale, sono solo alcuni dei servizi di CreativitySafe, un vero e proprio ecosistema basato su blockchain”.