Il prossimo token ad essere lanciato da Binance LaunchPad sarà Harmony, il quinto progetto dell’anno lanciato sulla piattaforma di Binance. Come descritto nel comunicato stampa, si tratterebbe di una rivoluzionaria piattaforma di consenso ad elevata capacità, bassa latenza e commissioni minime.

Il lancio avverrà a maggio, anche se non è ancora nota la data precisa. Ulteriori informazioni verranno pubblicate sul canale Telegram e su Twitter dell’azienda.

L’obiettivo di Harmony è quello di consentire di raggiungere le 10 milioni di transazioni al secondo (TPS) su una piattaforma decentralizzata e con una latenza di soli 100 millisecondi. Questo dovrebbe incrementare di un fattore mille la velocità e la capacità dell’economia decentralizzata, consentendo ad esempio marketplace utilizzabili da tutte gli abitanti del globo.

Harmony è di fatto una nuova blockchain veloce e sicura che introduce alcune importanti innovazioni nello sharding e nel networking peer-to-peer. La società è formata da un team di 12 persone, con 7 ingegneri provenienti da Google, Apple e Amazon.

I partner di Harmony includono Animoca (con asset di gioco come Garfield), Contentos (una piattaforma di contenuti con 60 milioni di utenti mensili) e Timeless (un marketplace di servizi basato sul calendario) che  convalidano il suo valore come piattaforma.

Il CEO di Harmony, Stephen Tse, ha dichiarato:

“La mission di Harmony è quella di aumentare la fiducia per miliardi di persone e creare un’economia radicalmente equa. Binance porterà la nostra blockchain per la condivisione dei dati veloce e sicura alle imprese preservando la privacy dei consumatori”.

Changpeng CZ Zhao, CEO e fondatore di Binance, ha commentato:

“Lo scaling è ancora uno dei problemi chiave dell’industria della blockchain, che noi del settore dovremmo mirare a risolvere nel modo più efficace possibile. L’ambizioso team che sta dietro al progetto Harmony si propone di risolvere questo problema usando principi dello sharding e il pipelining per “parallelizzare” l’elaborazione delle transazioni. Credo che l’impegno del team nel favorire l’apertura delle tecnologie blockchain per miliardi di persone consentirà loro di dare un contributo significativo nell’affrontare il problema dello scaling”.