banner
Se bitcoin non brilla ci pensano i cloni
Se bitcoin non brilla ci pensano i cloni
Trading

Se bitcoin non brilla ci pensano i cloni

By Federico Izzi - 23 Apr 2018

Chevron down

Si apre in positivo la settimana, la terza consecutiva, con una marcia in territorio verde per tutto il settore delle criptovalute.

Il market cap totale è un passo dai 400 miliardi di capitalizzazione con il bitcoin (BTC) che continua però a lasciare il passo alle altre concorrenti, scendendo al 38% della dominance dal 45% di pochi giorni fa. In rosso solamente sei tra le prime 100 coin della lista.

Tra le prime top 25 la peggiore performance delle ultime 24h spetta al bitcoin (BTC) che oscilla poco sopra la parità.

Nel corso del weekend per ben quattro volte è stato respinto l’attacco ai 9000 punti. Fanno meglio due suoi cloni, nati in questi ultimi mesi. Insieme a bitcoin cash (BTH) che riesce a spingersi oltre i 1300 dollari (+15% in 24h), corre anche bitcoin private (BTCP) con un rialzo del +25% nelle ultime 24h.

Da lunedì scorso le quotazioni sono raddoppiate (+110%) passando da $26 a oltre $55 in queste prime ore di lunedì, dopo un picco massimo a $78 nella giornata di sabato. Il decollo evidenzia un guadagno maggiore di 20 punti percentuali rispetto al bitcoin. bitcoin private con oltre 1,1 miliardi di dollari di capitalizzazione si proietta tra le prime 25 crypto.


Bitcoin Private ha visto la luce da poche settimane, il 28 febbraio.

Nato da un fork di Bitcoin e ZClassic, mantiene le caratteristiche tecniche di quest’ultima promettendo di aumentare la privacy rispetto al protocollo originale del bitcoin. Bitcoin Private (BTCP) entra così nella lista delle altre criptovalute che fanno della privacy il loro cavallo di battaglia, come ad esempio: monero, zcash, verge, dash e pivx.

Fonte: https://it.tradingview.com/chart/BTCUSD/SLNuU5o8/

Bitcoin (BTC)

I tori tirano il fiato dopo un rialzo che in dieci giorni, dal minimo del 12 aprile, ha visto salire le quotazioni oltre il 33%. Prezzi che dopo aver consolidato la soglia degli 8000 punti, provano a rompere il muro dei 9000-9100, allontanandosi dal pericoloso supporto dei 7000 punti di dollaro.

Da venerdì mattina i nuovi acquisti hanno spinto i prezzi oltre la soglia dei 9000 punti, registrando però una prevalenza delle ricoperture e facendo scivolare nuovamente il valore sotto questa soglia.

L’ultimo attacco avvenuto nel pomeriggio di ieri ha segnato un massimo vicino a 9050 punti per poi accusare una flessione che nelle ultime 12h catalizza i prezzi attorno alla soglia degli 8800 punti.

Livelli operativi:

AL RIALZO: Tecnicamente le oscillazioni in area 8600-8800 indicano un possibile consolidamento prima di attaccare definitivamente area 9000-9100. La rottura rialzista aprirà spazi di salita sino area 9800-9900 nei prossimi giorni.

AL RIBASSO: Per non intaccare il trend rialzista degli ultimi 10 giorni, eventuali ritracciamenti non dovranno spingersi sotto area $8300.

Fonte: https://it.tradingview.com/chart/ETHUSD/d6I6XBzp/

Ethereum (ETH)

Si spinge oltre il 75% il rialzo che in soli 15 giorni fa tornare i prezzi ai livelli di metà marzo in area $650. Una corsa che per intensità replica quanto accaduto a metà febbraio, per poi assistere nuovamente alla pressione ribassista che con i minimi di inizio aprile ha riportato i prezzi in area $360, livello più basso dallo scorso novembre segnando -75% dai massimi raggiunti le prime due settimane di inizio anno. Nelle prossime ore non è escluso un affiatamento dei prezzi che si trasformerà in ribasso solamente con un ritorno sotto i 500 dollari.

Livelli operativi:

AL RIALZO: Prima di assistere ad un ulteriore allungo verso la resistenza posta in area $720, è salutare assistere ad un consolidamento in area $600-650.

AL RIBASSO: La salita senza soste avvenuta negli ultimi sette giorni apre spazi per eventuali a ritracciamenti sino area $580.

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.