La Corea del Sud sale sulla Blockchain
La Corea del Sud sale sulla Blockchain
Blockchain

La Corea del Sud sale sulla Blockchain

By Fabio Lugano - 28 Giu 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Durante un incontro nella città coreana di Daejeon, la KOMC ha annunciato la creazione, entro fine anno, della piattaforma KOSCO, basata sulla blockchain e diffusa su cloud, creata per la pubblica amministrazione di Seul.

Si tratta di uno strumento in grado di favorire la distribuzione di vari servizi pubblici:

  • Concessione di servizi di carattere previdenziale e sociale tramite voucher, creati sulla base della domanda e dell’offerta dei servizi pubblici e che saranno resi disponibili tramite strumenti mobile, come i cellulari;
  • Servizi di identificazione personale tramite blockchain e quindi di verifica delle identità personali, il tutto anche con il salvataggio e quindi il confronto di dati personali biometrici, rendendo quindi semplice ed inequivocabile l’identificazione in tutti i contesti, dalla sicurezza alla fornitura di servizi pubblici;
  • Servizi di anchoring, cioè la possibilità di trasporre sulla rete pubblica insiemi di dati provenienti da blockchain private, permettendo quindi alla pubblica amministrazione di certificare e rendere completamente non modificabili dati di origine privata;
  • Fornitura di API per l’accesso alle banche dati pubbliche.

Finora la KOMC si è sempre occupata di sicurezza a livello di produzione di carte d’identità e di altri documenti che richiedevano particolari livelli di security.

Ora, con la creazione di questa piattaforma blockchain, porterà la sicurezza a un livello completamente diverso, adatto ad una pubblica amministrazione 4.0.

Del resto proprio la Corea del Sud è fra i maggiori sviluppatori di applicazioni blockchain, con anche le Dogane di Seul che stanno attivamente sperimentando l’utilizzo di questo strumento nell’emissione dei certificati di origine.

Fabio Lugano
Fabio Lugano

Laureato con lode all'Università Commerciale Bocconi, Fabio è consulente aziendale e degli azionisti danneggiati delle Banche Venete. E' anche autore di Scenari Economici, e conferenziere ed analista di criptovalute dal 2016.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.