banner
Un utility token contro i falsi di Twitter
Un utility token contro i falsi di Twitter
Blockchain

Un utility token contro i falsi di Twitter

By Fabio Lugano - 13 Lug 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

David Garrity, CEO di  GVA Research, società specializzata nella finanza dei crypto-asset e precedentemente CFO di grandi società quotate, afferma che il miglior modo che avrebbe Twitter per eliminare gli account fake sarebbe quello di introdurre un utility token di verifica identitaria.

Il tema della presenza degli account fake, per cui vengono rubate le identità di altre persone o figure di fantasia, è di grande importanza per i social media.

Solo Twitter si è trovata obbligata a cancellare 70 milioni di profili a marzo 2018, un numero enorme, anche perché corrisponde al numero totale degli utenti di tutti gli Stati Uniti.

Un numero così elevato di persone inesistenti può anche modificare la posizione politica percepita all’interno di un social media, influenzando gli utenti reali e rendendo il social uno strumento di manipolazione.

Per le società che controllano questi media vi è anche un problema di carattere economico, legato alla possibilità di certificare il fatto che il pubblico sia reale e che le cifre richieste per la pubblicità siano completamente giustificate.

Eppure le periodiche “pulizie” degli account effettuate da parte dei social media non risultano particolarmente efficaci perché non sono in grado di impedire la creazione di fake account, sempre più raffinati.

A questo punto diventa un’opportunità utilizzare la blockchain per la verifica degli account.

A questo proposito, Garrity afferma:

“Twitter dovrebbe sviluppare uno utility token che gli utenti dovrebbero utilizzare per poter accedere alla sua piattaforma. Se, in assenza di una normativa precisa, Twitter desidera implementare una migliore verifica dei propri utenti, allora la blockchain può essere un’applicazione di valore ed interesse, che permetta anche la verifica delle attività che vengono svolte sulla piattaforma. La distribuzione sarebbe importante per la presenza di  una pluralità di attori interessata a verificare e mantenere efficiente la piattaforma”.

L’intervista di David Garrity è particolarmente interessante, soprattutto se consideriamo che il CEO di Twitter, Jack Dorsey, è dentro al mondo delle criptovalute e della blockchain, e che non molto tempo fa ha affermato che presto ci sarà una sola criptovaluta mondiale e che lui spera sia il bitcoin.

Fabio Lugano
Fabio Lugano

Laureato con lode all'Università Commerciale Bocconi, Fabio è consulente aziendale e degli azionisti danneggiati delle Banche Venete. E' anche autore di Scenari Economici, e conferenziere ed analista di criptovalute dal 2016.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.