L’Orso torna sul ring
L’Orso torna sul ring
Trading

L’Orso torna sul ring

By Federico Izzi - 1 Ago 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Un pericoloso ruzzolone dei prezzi chiude in rosso la terza giornata consecutiva, limando parte dei guadagni accumulati nel mese di luglio.

Agosto non parte sotto i migliori auspici, con il mercato che ha chiuso l’ultimo giorno del mese con il ribasso più profondo degli ultimi 40 giorni.

Tra le prime 50 coin della lista solamente due questa mattina erano colorate di verde. La migliore KuCoin Shares (KSC) che con oltre 240 milioni di dollari in capitalizzazione occupa la 45^ posizione, e Stellar Lumens (XLM) che nonostante il deciso arretramento degli ultimi giorni chiude il mese di luglio con un saldo positivo superiore al 40%.

Tornando un po’ indietro, la migliore salita tra le Top20 è quella del Bitcoin (BTC) che mette a segno uno scatto del 20% dai valori di inizio luglio, dunque il secondo mese migliore dall’inizio dell’anno.

Dalle prime luci dell’alba si aggiunge anche Ripple (XRP) salendo del 5% dai livelli di ieri mattina, risultando così la migliore performance delle ultime 24 ore tra le prime 100 della lista.

La improvvisa salita di Ripple arriva dopo il test di ieri pomeriggio, il quarto, dei minimi annuali in area 43 cent di dollaro.

Una reazione di orgoglio innescata anche da una news dell’ultima ora annunciata da DCEX, exchange con base a San Francisco, che diventerà nelle prossime settimane il primo scambio ad offrire la possibilità a privati e investitori istituzionali di utilizzare il token XRP per il trading sulle criptovalute.

L’utilizzo di XRP offrirà transazioni di cambio crypto-to-crypto inferiori a 4 secondi.

Tra l’altro, la notizia arriva dopo poche ore l’annuncio ufficiale della partecipazione dell’ex Presidente degli Stati Uniti, Bill Clinton, al convegno organizzato dalla Fondazione Ripple il prossimo ottobre a San Francisco.

Dopo Ben Bernanke, ex Presidente della Federal Reserve statunitense dal 2006 al 2014, intervenuto durante il convegno del 2017, la Fondazione Ripple mette a segno un altro speech di risalto permettendo di strizzare l’occhiolino agli istituzionali in un periodo decisamente difficile per il proprio token che da inizio anno segna uno dei peggiori ribassi (circa -90%).

Nonostante aver bruciato oltre 20 miliardi di capitalizzazione totale in meno di 48 ore, il settore continua ad essere dominato dal Bitcoin che rimane a quota 48%.

Si continua a confermare la tendenza di luglio che ha visto il Bitcoin tornare a mangiare quote di mercato a discapito delle altre Altcoin.

Per le altre prime cinque è Ethereum che continua a perdere quota scendendo sotto il 16% di dominance, molto vicina ai livelli più bassi dell’anno raggiunti a metà aprile.

Fonte: https://it.tradingview.com/chart/BTCUSD/bLOkFlmC/

Bitcoin (BTC)

Torna di scena l’orso con una zampata che dai massimi della scorsa settimana graffia un ribasso del 12%. La discesa dei prezzi si ferma poco sopra la prima resistenza dei 7500 dollari. L

ivello di prezzo dove vede passare la trendline dinamica (linea viola) che disegna un trend rialzista ancora presente.

Le attuali condizioni non devono far preoccupare particolarmente nonostante la evidente intensità del ribasso che ieri ha visto i prezzi spingersi anche oltre il 7% in alcune fasi della giornata.

La struttura rialzista costruita nelle prime tre settimane di luglio inizierà ad essere intaccata solamente con prezzi sotto i supporti tra i 7200 e 7000 dollari.

Fonte: https://it.tradingview.com/chart/ETHUSD/v4655mu9/

Ethereum (ETH)

E’ dalla metà di giugno che i prezzi di Ethereum oscillano all’interno di un canale laterale senza dare nessun segnale in tendenza operativamente utile.

Se a metà di luglio il rialzo ha visto mettere la testa poco sopra i 500 dollari, facendo sperare alla rottura della neckline superiore, poi fallita, il ritorno dei prezzi sotto la base inferiore dei 420 dollari avvenuto durante la notte appena trascorsa, fa temere per un possibile allungo sotto i 405 dollari, minimo di fine giugno.

La rottura al ribasso di questo livello aumenta le possibilità di rivedere i minimi annuali di inizio aprile in area 355 dollari.

La tenuta ed un ritorno sopra i 450 dollari, invece, continuerà ad allungare l’agonia di un movimento laterale presente da circa due mesi.

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.