Ancora problemi per Bithumb: ora chiude i conti
Ancora problemi per Bithumb: ora chiude i conti
Criptovalute

Ancora problemi per Bithumb: ora chiude i conti

By Fabio Carbone - 2 Ago 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Bithumb, exchange coreano, è stato costretto ad interrompere l’apertura di nuovi conti reali a partire da ieri, 1 agosto 2018.

Secondo le fonti del BusinessKorea, Bithumb non ha rinnovato il contratto in scadenza con la Shinhan Bank, ma ha provato a rinnovare il contratto esistente con la NH Nonghyup Bank, quest’ultima banca, però, ha rifiutato la richiesta.

Fonti interne alla Nonghyup Bank riportano che la banca ha deciso di non rinnovare il contratto perché Bithumb ha ancora problemi con la protezione dei propri utenti, delle loro informazioni e con le regole AML.

Nulla di ufficiale trapela dal quartier generale di Bithumb, ma un funzionario ha dichiarato che la società sta lavorando per risolvere i problemi evidenziati dalla banca e che presto ci sarà il rinnovo del contratto con la Nonghyup Bank per riprendere la normale attività di apertura degli account virtuali.

A conferma della trattativa in corso arriva la notizia di una seconda fonte, secondo la quale la banca avrebbe concesso a Bithumb un mese di tempo per risolvere il problema o trovare un’altra soluzione.

I clienti, intanto, possono continuare a fare prelievi e depositi, ma tra un mese sarà difficile continuare a usare i conti se il contratto verrà chiuso definitivamente.

Bithumb il cattivo della classe

La normativa sudcoreana impone agli exchange di rinnovare i contratti con le banche ogni sei mesi, per costringere le società a compiere ogni sforzo contro il riciclaggio di denaro sporco.

Il primo rinnovo è coinciso con la conclusione del mese di luglio.

Bithumb exchange è l’unico tra i quattro grandi della Corea del Sud a non aver ottenuto il rinnovo dei suoi contratti con le banche. La stessa banca che ha rifiutato il rinnovo a Bithumb lo ha, invece, accordato a Coinone.

Upbit ha ottenuto il rinnovo dalla Industrial Bank of Korea, mentre Korbit ha stipulato un contratto per il rilascio di conti virtuali con la Shinhan Bank.

Le cause della chiusura

Sono due i fattori che hanno inciso sulla decisione della banca. Il primo riguarda il furto di circa 17 milioni di USD subito da Bithumb il 20 giugno scorso, per il quale c’è una indagine in corso da parte del Ministero della scienza e della tecnologia della Corea del Sud per svelare le cause.

Il secondo motivo è legato alle normative stringenti imposte a fine gennaio dalle autorità sudcoreane.

Gli exchange hanno l’obbligo di identificare ogni nuovo cliente che apre un conto sulle piattaforme.

Il sistema introdotto dal paese asiatico si chiama Real-Name System ed impone alle società dei crypto asset di richiedere al nuovo investitore una serie di documentazioni per essere conforme alle politiche antiriciclaggio.

Fabio Carbone
Fabio Carbone

Writer freelance dal 2013 ha studiato informatica e filosofia ed anche un pizzico di sociologia. Nel 2016 ha scoperto la crypto economy e da allora scrive di blockchain e criptovalute, per approfondire un movimento che non è fatto solo di esperti matematici e crittografi, ma di gente che genera una nuova economia dal basso. Scrive dello stesso argomento su vari siti web di settore. Scrive di Industria 4.0 ed economia digitale in generale.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.