banner
La Blockchain fa tendenza nelle Università USA
La Blockchain fa tendenza nelle Università USA
Blockchain

La Blockchain fa tendenza nelle Università USA

By Andrea Ferrari - 15 Ago 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Sono molti i docenti delle Università degli Usa che stanno inserendo la tecnologia blockchain come materia del loro insegnamento.

Più esattamente diverse facoltà hanno sviluppato corsi completi dedicati specificatamente alla rete dei blocchi.

Quest’estate la Columbia University e la Stanford University hanno entrambe lanciato centri di ricerca blockchain, seguendo le orme dell’iniziativa Digital Currency Initiative del Massachusetts Institute of Technology, lanciata come parte del MIT Media Lab nel 2015; Il MIT, infatti, è stato tra le prime istituzioni a creare un programma del genere.

All’università di Miami, i membri delle facoltà commerciali avevano iniziato a menzionare blockchain e criptovalute alle lezioni, ma è stato solo quando gli studenti del Blockchain Club di Miami, uno dei più grandi club studenteschi del campus, hanno iniziato a chiedere maggiori dettagli su come la tecnologia funziona che i membri della facoltà hanno iniziato a prendere seriamente in considerazione la possibilità di creare un corso di studi legato alla blockchain.

Il numero di università con centri di ricerca blockchain dedicati è ancora esiguo, ma in forte crescita poiché un numero sempre maggiore di aziende cerca di coinvolgere le università nella ricerca e nello sviluppo della tecnologia blockchain.

Ne è un esempio il centro di ricerca della Columbia University lanciato in collaborazione con la IBM.

Oltre a sostenere la ricerca, il “Columbia-IBM Center for Blockchain and Data Transparency” terra incontri e fornirà supporto agli accademici per incorporare i temi della blockchain ne loro insegnamento. Un acceleratore di innovazione che sosterrà anche le startup legate alla blockchain nell’università.

Il Centro per la Blockchain Research della Stanford University è stato invece lanciato a giugno ed è guidato dagli scienziati informatici Dan Boneh e David Mazieres.

Il programma iniziale di ricerca quinquennale del centro è sostenuto da diverse organizzazioni legate alla blockchain: Ethereum Foundation, Protocol Labs, Fondazione Interchain, OmiseGO, DFINITY Stiftung e PolyChain Capital.

Boneh non nasconde che parte del mondo accademico sia scettico:

Alcuni pensano che sia una moda che passerà. È come agli albori di Internet: all’inizio l’email era l’unica applicazione, poi è diventato un settore ben più ampio. Chiaramente ci sono serie questioni scientifiche da affrontare nella ricerca blockchain, ma nessuno mette in dubbio il rigore accademico di questo lavoro“.

Andrea Ferrari
Andrea Ferrari

La tecnologia come passione e lavoro. Il giornalismo come malattia inguaribile. La libertà come dogma.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.